Jeddah: la pista in ritardo, ma la F1 è fiduciosa: "Correremo!"

La pista di Jeddah, sede del Gran Premio dell'Arabia Saudita, è in forte ritardo. Secondo i vertici della F1, però, i lavori principali saranno completati in tempo per ospitare il Circus iridato il 5 dicembre.

Jeddah: la pista in ritardo, ma la F1 è fiduciosa: "Correremo!"

Jeddah ospiterà il Gran Premio dell'Arabia Saudita, penultimo appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1, ma lo stato dei lavori sul tracciato che dovrà ospitare il Circus iridato crea apprensione.

Stando ai rapporti che arrivano da Jeddah, la pista è ben lontana dall'essere completata e il gran premio si terrà il prossimo 5 dicembre, dunque tra poco più di 2 settimane.

Il direttore di gara della F1, Michael Masi, sarà colui che dovrà firmare il nulla osta, affermando che la pista sia pronta all'uso. Oggi si trova proprio sul luogo per valutare i progressi legati alla costruzione dell'impianto.

Steve Nielsen, direttore sportivo della F1, ha un ruolo chiave nell'approvazione delle nuove strutture che devono ospitare la massima serie a ruote scoperte del motorsport. Interpellato sullo stato dei lavori di Jeddah, si è detto fiducioso riguardo al fatto che la pista sia pronta nei tempi stabiliti, ma ha anche ammesso che gli organizzatori sono attualmente in difficoltà.

"Il progetto è ambizioso e la struttura è grandiosa", ha detto Nielsen a Motorsport.com. "Sono in difficoltà, è vero. Ma stanno lavorando 24 ore su 24, 7 giorni su 7, così come hanno fatto per tanto tempo. Ho visto alcune foto questa mattina e hanno fatto enormi progressi, ma c'è ancora molto da fare".

"Per questo motivo sarà davvero una questione di tempo. Ma ce la faranno. Avremo sicuramente tutto ciò di cui abbiamo bisogno per disputare una gara in sicurezza. Sono fiducioso, da questo punto di vista".

Masi, dopo il Gran Premio di San Paolo del Brasile, è volato a Jeddah per verificare lo stato dei lavori prima di recarsi a Losail, sede del Gran Premio del Qatar.

"Come ho detto la scorsa settimana, sono fiducioso. Penso che sarà pronto. Il fatto che sia un volo di tre ore lo ha fatto diventare conveniente e così sono andato per verificare lo stato della pista. Il programma originale era già al limite con la preparazione della pista. Sicuramente hanno fatto grandi progressi in questi giorni".

Anche l'amministratore delegato della F1, Stefano Domenicali, è fiducioso riguardo alla preparazione del circuito in tempo utile per disputare il Gran Premio dell'Arabia Saudita.

"Siamo fiduciosi. I promotori stanno lavorando giorno e notte pur di finire tutto in tempo utile", ha dichiarato Domenicali a Motorsport.com. "So che saranno pronti, ma saranno proprio al limite. Vedrete il livello di investimento che è stato fatto. Sono sicuro che sarà perfetto nella prossima stagione, ma già quest'anno sarà tutto molto buono".

condividi
commenti
F1 | Pirelli, Isola: "In Qatar asfalto abrasivo. C1, C2 e C3 ideali"
Articolo precedente

F1 | Pirelli, Isola: "In Qatar asfalto abrasivo. C1, C2 e C3 ideali"

Articolo successivo

F1 | Horner VS Wolff: la vera rivalità del 2021

F1 | Horner VS Wolff: la vera rivalità del 2021
Carica i commenti