Spiegato il mistero dell'ala aperta di Alonso

Spiegato il mistero dell'ala aperta di Alonso

C'è stato un ritardo nell'arrivo del segnale di attivazione dalla FIA

Il Gp della Cina si era chiuso con un mistero che non aveva trovato risposta. Verso metà gara, la regia internazionale aveva mostrato un replay in cui si vedeva chiaramente che Fernando Alonso tallonava Michael Schumacher all'uscita del tornantino di Shanghai con l'ala posteriore aperta, quindi fuori dall'area abilitata all'utilizzo del DRS. Tutti si sono giustamente domandati come mai la FIA non abbia rilasciato dichiarazioni ufficiali in merito e soprattutto come mai non abbia sanzionato Fernando, visto che prima dell'inizio della stagione il direttore di gara Charlie Whiting aveva avvisato tutti che in caso di violazioni ci sarebbe stata tolleranza zero. Ora però il mistero è stato risolto: è stato proprio un errore della Federazione a creare questa situazione. C'è stato infatti un ritardo nella trasmissione del segnale di attivazione della FIA alla monoposto di Alonso. Quando le vetture erano separate da meno di un 1", ricevevano l'ok per aprire l'ala a 750 metri dal tornantino, in quel caso invece la Ferrari lo ha ricevuto solo a 300 metri dalla curva, per questo il segnale è rimasto acceso anche al di fuori dell'area prestabilita. E qui si può dire che è stato bravo anche Fernando a capire che c'era stato un errore e a sfruttare l'ala mobile anche in uscita dal tornate, vedendo che aveva ancora l'ok della Federazione, che quindi ha ritenuto che lo spagnolo non ha tratto vantaggio da questa sitazione. Chiaramente però ora la FIA ha avviato un'investigazione per chiarire le cause di questo ritardo ed evitare che si possa ripetere un inconveniente di questo tipo anche in futuro.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag wtcc