Domenicali: "Ferrari come l'Italia dei Mondiali '82"

Il team principal spera di seguire le orme di quella Nazionale, bruttina in avvio ma vincente

Domenicali:
I test invernali hanno deluso le aspettative e questo è un dato appurato, ma in Ferrari nessuno ha intenzione di arrendersi ancora prima che la stagione 2012 abbia preso il via. In un'intervista concessa alla Gazzetta dello Sport, infatti, il team principal Stefano Domenicali ha spiegato di sognare di imitare l'Italia campione del mondo nel 1982, bruttina a vedersi, ma spietata con gli avversari quando contava. "Speriamo di fare come l'Italia al Mondiale '82: amichevoli scialbe, tre pareggi in tre partite e poi il titolo": è questo il sogno "Rosso" di Domenicali per il campionato che partirà la settimana prossima a Melbourne. E sul ponte di comando di Maranello non c'è preoccupazione per la trasferta australiana: "No, perchè alla fine le prestazioni le abbiamo ottenute. La nostra è stata solo un'operazione di trasparenza, dicendo che non eravamo contenti del livello delle prestazioni". Sul banco degli imputati salgono ancora una volta gli scarichi: "Abbiamo dovuto modificarli perchè la soluzione originaria tendeva a far surriscaldare le gomme e rendeva la macchina instabile". Pat Fry ha parlato di una stagione da cominciare in difesa, ma Domenicali spera ancora in qualche sorpresa. Del resto, secondo lui ci vorranno almeno quattro gare per capire i reali valori in campo di quest'anno. "Magari vinceremo subito, in contropiede. Attenzione, io non sono contento della macchina perchè non abbiamo raggiunto il traguardo prefissato, non perchè siamo pià lenti degli altri. Per capire dove siamo in realtà bisognerà aspettare almeno i primi quattro Gran Premi" ha argomentato. Sui favoriti però ha pochi dubbi: "La Red Bull è ancora davanti, anche se è da valutare la decisione simile alla nostra sugli scarichi".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie