Ferrari: Laurent Mekies debutta in Rosso. Sarà il direttore sportivo nel 2019

condividi
commenti
Ferrari: Laurent Mekies debutta in Rosso. Sarà il direttore sportivo nel 2019
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
23 nov 2018, 12:35

L'ingegnere francese che è stato responsabile della sicurezza della FIA non avrà un incarico tecnico sul muretto della Ferrari. Arrivabene lo vede come direttore sportivo di una squadra che non dovrà più avere la "paura di vincere".

Laurent Mekies, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari, ispeziona il circuito con Laurent Mekies, Ferrari e Riccardo Adami, ingegnere di pista, Ferrari
Charlie Whiting, Delegato FIA e Laurent Mekies, Direttore della sicurezza FIA

Laurent Mekies ha fatto il suo debutto nel paddock di Abu Dhabi con i colori della Ferrari. L’ingegnere francese, ex responsabile della sicurezza alla FIA e vice di Charlie Whiting come direttore di prova, è stato nominato nel ruolo di direttore sportivo, un ruolo che non era più stato coperto dall’uscita dalla Scuderia di Massimo Rivola nel 2016.

Inizialmente si pensava che Mekies potesse avere un ruolo tecnico all’interno della Gestione Sportiva, tanto che era stato detto che avrebbe risposto direttamente a Mattia Binotto. E, invece, Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari, ha spiegato quella che è una sua scelta: “Laurent Mekies ha tutte le caratteristiche per essere un ottimo direttore sportivo ed è questo il ruolo che assumerà nella struttura dell’anno prossimo”.

Aspettiamoci altri movimenti nel “muretto” del Cavallino visto che l‘attuale capo degli ingegneri di pista sarà orientato a seguire il debutto di Charles Leclerc in un top team. 

Leggi anche:

Mekies era entrato a far parte della FIA nell'ottobre 2014 dopo l’esperienza alla Toro Rosso. L’obiettivo di Arrivabene è costruire una squadra che non abbia la “paura di vincere”: la squadra di Maranello sta chiudendo la sua migliore stagione del 2008 (ha vinto sei GP, 5 con Vettel e 1 con Raikkonen), ma non ha raccolto tutto il potenziale che ha mostrato di avere.

"Per aggiudicarci il campionato dobbiamo vincere di più - ha proseguito Maurizio – ovviamente questo dipenda anche dal potenziale degli altri team, ma è importante abituarsi a vincere: conquistare una doppietta non dovrebbe essere un evento eccezionale ma un’abitudine. In questo modo cambia la mentalità per cui un combattente si trasforma in un vincente". 

 
Articolo successivo
Ferrari: ala anteriore e fondo gli esperimenti aerodinamici in chiave 2019

Articolo precedente

Ferrari: ala anteriore e fondo gli esperimenti aerodinamici in chiave 2019

Articolo successivo

F1, Abu Dhabi, Libere 2: Bottas davanti, gli altri sono tutti molto vicini

F1, Abu Dhabi, Libere 2: Bottas davanti, gli altri sono tutti molto vicini
Carica i commenti