Si ripesca la HRT con il nome Brabham?

Si ripesca la HRT con il nome Brabham?

Per ora sono solo parole, ma c'è chi vuole riportare nel Circus un marchio molto prestigioso

Dopo la Lotus in Formula 1 torna anche la Brabham nel mondo dei Gran Premi? Le voci sono state alimentate da alcune dichiarazioni rilasciate da David Brabham in questi giorni. Il figlio del fondatore del team e tre volte campione del mondo, Jack Brabham, ammette che c’è dell’arrosto intorno al fumo: "In questo momento siamo in una fase molto delicata, ma effettivamente c'è una possibilità di riportare il nome glorioso nei Gp” ha dichiarato al sito Totalrace Brasile. I DIRITTI SONO DELLA FORMTECH I diritti della Brabham Gran Prix Ltd sono in mano della Formtech, un’azienda tedesca che nel 2009 aveva chiesto di entrare nel mondiale di Formula 1, quando il presidente della FIA, Max Mosley aprì le iscrizioni a tre nuovi team che sarebbero stati accettati nel mondiale 2010. Ad opporsi al progetto della Formtech, che non vide mai la luce, c’era stata proprio la famiglia Brabham che aveva iniziato una causa legale per l’utilizzo del nome. SI LAVORA DIETRO ALLE QUINTE Ora pare che ci possa essere uno sblocco della situazione che può portare ad una ricomposizione della vicenda: “La questione si svolge ancora dietro le quinte – prosegue David Brabham, pilota delle gare di durata che ha avuto anche una parentesi nel Circus – siamo arrivati alla definizione del 98% delle cose, quando saremo effettivamente arrivati in fondo, vedremo cosa si potrà fare”. QUATTRO MONDIALI PILOTI Riportare nel Circus un nome prestigioso come la Brabham avrebbe certamente degli effetti molto positivi per la Formula 1: il marchio ha conquistato quattro titoli mondiali piloti (Jack Brabham nel 1966, Dennis Hulme nel 1967 e Nelson Piquet nel 1981 e 1983) e due costruttori nel 1966 e 1967, vincendo 35 Gran Premi. Il momento più fulgido è stato sotto la gestione di Bernie Ecclestone che poi ha ceduto l’attività: l’ultimo mondiale disputato è stato quello del 1992. SI TENTA IL RIPESCAGGIO DELLA HRT? Ora si torna a parlare di Formula 1: ma per dare il nome a quale team? Tutte le squadre impegnate nel Circus non hanno alcuna intenzione di cambiare faccia. L’unica possibilità praticabile è il salvataggio della defunta HRT: la squadra spagnola aveva presentato la formale richiesta di iscrizione al campionato 2013, ma non aveva mai pagato l’adesione. Oggi scadono formalmente i tempi per una “riammissione” e una cordata che ha lavorato nell’ombra potrebbe tentare di rilevare all’ultimo momento il materiale del team in liquidazione e ripresentarsi in pista con un nome certamente più spendibile. Per ora, però, sono solo chiacchiere…

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie