Renault Sport F1 sostiene l'appello della Red Bull

condividi
commenti
Renault Sport F1 sostiene l'appello della Red Bull
Redazione
Di: Redazione
16 mar 2014, 18:47

Rémi Taffin, direttore in pista della Casa francese, analizza il debutto delle power unit Energy F1

Renault Sport F1 appoggia la Red Bull Racing in tutto e per tutto. Il motorista francese sostieme l'appello del team di Milton Keynes dopo l'esclusione di Daniel Ricciardo dal secondo posto del Gp d'Australia per aver violato la regola dei consumi. La Casa transalpina aveva portato al traguardo tre vetture nei primi dieci, dando una chiara dimostrazione di aver superato i momenti difficili dei test invernali. Rémi Taffin, direttore delle attività di pista di Renault Sport F1, ha fatto il punto della situazione: "Alcune monoposto, come Red Bull e Toro Rosso si sono mostrate particolarmente performanti e siamo felici dei loro risultati. Naturalmente, noi appoggiamo pienamente Red Bull, che ha deciso di appellarsi alla decisione dei commissari, per recuperare il secondo posto di Daniel Ricciardo". C'è un bicchiere mezzo pieno e uno mezzo vuoto... "Le nostre sensazioni oggi sono inevitabilmente contrastanti. Non possiamo accettare che le nostre monoposto si fermino gara. È urgente migliorare l'affidabilità complessiva della power unit. Era chiaro che questo Gp sarebbe stato un vero battesimo del fuoco, ma siamo ancora al di sotto delle nostre aspettative e dobbiamo trovare delle giuste correzioni prima del Gp di Malesia. Alcuni guasti condividono caratteristiche simili - questo è il caso dei problemi all’MGU-K della Lotus - ma altri guai non hanno avuto alcun legame tra loro. Questo conferma che abbiamo bisogno di migliorare in tutti gli elementi della power unit".
Articolo successivo
Scoppia il flowgate: quante camarille nel paddock!

Articolo precedente

Scoppia il flowgate: quante camarille nel paddock!

Articolo successivo

Massa: "Dietro alla Mercedes possiamo esserci noi"

Massa: "Dietro alla Mercedes possiamo esserci noi"
Carica i commenti