E la Honda vuole Newey, Vettel e anche Horner!

E la Honda vuole Newey, Vettel e anche Horner!

La Casa giapponese pronta a grandi investimenti per riportare la McLaren a essere un top team

La notizia arriva dalla Gran Bretagna: la Honda è pronta a comprare delle quote della McLaren dagli arabi per prendere il controllo del team diretto da Ron Dennis. E fin qui, non c’è niente di strano: OmniCorse.it domenica aveva già spiegato lo scenario che porta la Casa giapponese a entrare nel team di Woking, ma la novità è che i nipponici hanno fretta di costituire un team vincente che sia in grado di rinverdire i fasti della fine degli Anni ’80, quando Ayrton Senna e Alain Prost dominarono i mondiali con la McLaren con il motore V6 Honda Turbo. LA HONDA VUOLE NEWEY Constatato che la struttura tecnica della McLaren è terribilmente debole, la caduta di competitività degli ultimi due anni è preoccupante, la Honda sta per scatenare un attacco frontale alla Red Bull Racing: nei desideri ci sono Adrian Newey come direttore tecnico, Sebastian Vettel come pilota di punta e, magari, Christian Horner come team principal. Se dell’offerta fatta al genio inglese da parte della Ferrari ha parlato mezzo mondo, salvo poi essere stata smentita da Marco Mattiacci in conferenza stampa FIA al Gp di Monaco, non si fermano le “sirene” che vogliono portare via gli uomini cardine da Milton Keynes. PRODROMOU SARA’ LA TESTA DI PONTE? Il progetto non è per l’immediato: l’intenzione della Honda è di essere vincente dopo un anno di rodaggio in Formula 1. La McLaren l’anno prossimo farà debuttare in esclusiva la power unit giapponese che è in fase di costruzione nel nuovo Centro Ricerche di Sakura e sarà sviluppata nella struttura europea di Milton Keynes in Gran Bretagna. La squadra di Woking sta costruendo una MP4-29 che monterà il V6 Turbo giapponese nei test di fine stagione dopo il Gp di Abu Dhabi. È sempre il gruppo di lavoro diretto da Tim Goss e Matt Morris a progettare la MP4-30, in attesa che al Technology Centre arrivi Peter Prodromou, attuale capo aerodinamico della Red Bull Racing, l’uomo che potrebbe preparare il terreno all’arrivo di Adrian Newey e C. OFFERTA FERRARI PER ADRIAN Si dice che l’inglese sia propenso a iniziare una nuova avventura professionale, visto che a suo dire difficilmente la Red Bull Racing potrà tornare a essere vincente con la power unit Renault e, quindi, secondo alcuni sarebbe disposto anche a un anno sabbatico prima di tornare nel Circus. Adrian Newey vuole allargare i suoi orizzonti: la Ferrari gli avrebbe proposto oltre a un ingaggio da 28 milioni di euro (una vera pazzia!) anche la possibilità di progettare l’erede de LaFerrari, la prossima GT del Cavallino che avrà la tecnologia derivata dalla F.1. POTREBBE FARE LA GT ANCHE AL TECHNOLOGY CENTRE Ora anche la McLaren è in grado di offrire le stesse opportunità al genio di Stratford-upon-Avon, la città natale di William Shakespeare, avendo la McLaren Cars che produce la P1, ma avrebbe il vantaggio di evitare il trasferimento in Italia che non è certo nelle priorità di Adrian. La Honda, siccome deve ricostruire l’ufficio tecnico di Woking che negli anni è stato saccheggiato dalle altre squadre dei suoi uomini più rappresentativi, è intenzionata a seguire i desiderata di Newey. GENIO E SREGOLATEZZA Va chiarito una volta per tutte che Adrian non è un organizzatore: affidargli la ristrutturazione di una squadra sarebbe quanto di più sbagliato possibile. È un personaggio dalla vita privata molto destrutturata e complessa: il suo genio si esprime al tavolo da disegno. Non usa il computer, ma il tecnigrafo. È uno dei pochi ingegneri di Formula 1 che ha la visione globale di una monoposto e sa “leggere” le norme in modo sempre all’avanguardia: intorno a sé ha bisogno di uno staff fidato perché i suoi schizzi vengano trasferiti al CAD. La Honda gli costruirebbe un gruppo di lavoro secondo i suoi desideri: si tratterebbe di un ritorno a Woking dopo l’esperienza che aveva fruttato due titoli mondiali con Mika Hakkinen nel 1998 e 1999. La Casa giapponese sarebbe pronta a fare “pulizia” delle persone che non andavano d’accordo con Adrian, ma l’attuale McLaren è ormai una squadra poco appetibile, tanto che non riesce nemmeno a trovare lo sponsor principale. I JAP VOGLIONO VETTEL E HORNER I giapponesi hanno bisogno anche di un top driver da affiancare al pupillo Kevin Magnussen, il talento che è stato cresciuto in casa. Avevano cercato Fernando Alonso, ma lo spagnolo teme di scegliere una struttura che oggi è peggiore della Ferrari, per cui rischia di finire dalla padella alla brace. L’asturiano finirà per restare a Maranello. Con Fernando doveva arrivare anche Ross Brawn alla conduzione tecnica, ma il britannico ha declinato l’offerta. E l’attenzione si è spostata su Sebastian Vettel: il quattro volte campione del mondo per la prima volta da quando è alla Red Bull non si sente più il punto di riferimento della squadra. Potrebbe essere interessato a cambiare aria, se intorno a sé potrà avere gli uomini con i quali ha condiviso i successi a raffica. E così si parla di estirpare il dream team da Milton Keynes: non solo Adrian Newey, ma anche Christian Horner… DENNIS HA DELUSO LE ASPETTATIVE Questi sono i desideri dei giapponesi che puntano molto in alto: entrano in Formula 1 per dare lustro alla propria storia sportiva nei Gp, ma hanno trovato nella McLaren una realtà inadeguata ad un top team. Ron Dennis aveva promesso una ristrutturazione della squadra, ma anche il 66enne inglese, al di là dei proclami fatti al suo insediamento a inizio anno, non è riuscito a incidere nel tessuto del team. Ecco perché la Honda vuole prendere in mano la situazione: la McLaren, oltre a essere il racing team di F.1, potrebbe diventare in futuro anche la factory dei giapponesi per la produzione delle supercar motorizzate by Honda. E Adrian Newey potrebbe essere l’uomo giusto per soddisfare le ambizioni di entrambe le strutture. Sarà interessante scoprire se questo ambizioso progetto andrà in porto, visto che non ci saranno vincoli di budget, o se Red Bull Racing e Ferrari sapranno mettere sul piatto argomenti più interessanti di quelli proposti dai giapponesi...
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie