A chi giova il divieto FIA ai test di Red Bull e Ferrari?

A chi giova il divieto FIA ai test di Red Bull e Ferrari?

I due top team si sono visti annullare il posticipo a lunedì. C'è stato un suggeritore?

L'hanno presa con fair-play, anche se hanno subito un calcio a gamba tesa. Red Bull Racing e Ferrari hanno dovuto rinunciare alla giornata di test che era stata programmata a Barcellona per lunedì 5 marzo. La FIA aveva permesso ai due top team di differire di un giorno l'inizio dell'ultima sessione di collaudi in preparazione del Gp d'Australia che aprirà la stagione 2012 il 19 marzo a Melbourne. Lunedì pomeriggio, invece, la Federazione Internazionale ha spedito alle squadre un chiarimento normativo nel quale si spiegava l'interpretazione dell'articolo 22.4 del regolamento sportivo secondo il quale è vietato fare dei test tra la settimana che precede il primo Gp stagionale e il 31 dicembre. Fino a qualche tempo fa il divieto riguardava la settimana stessa del Gp, tant'è che proprio la Ferrari era solita deliberare le monoposto per la gara al sabato precedente la corsa: chi non si ricorda Badoer o Bertolini impegnati nei 50 km allora concessi come collaudo finale? Ora la lettura è cambiata, sebbene in un passato revente ci sia stata la disponibilità della FIA a effettuare una sessione straordinaria di test in Bahrein prima del Gp. Chi ha spinto la FIA a mettere i puntini sulle i dopo che era stato dato l'ok allo sforamento di lunedì? Nel paddock sono diversi a indicare la Mercedes. Un sussurro che fa discutere perché la squadra di Brackley è quella che ha già beneficiato di un giorno di prova in più nella precedente sessione di Barcellona. Sarebbe veramente anacronistico che proprio dal team che più ha avuto dei vantaggi dalle maglie larghe delle regole, sia venuta l'imbeccata che ha costretto la FIA a “rileggere” la norma vigente in modo più restrittivo. La squadra diretta da Ross Brawn inizia un campionato con molta pressione addosso: i vertici della Casa della Stella a tre punte si augurano di festeggiare almeno qualche vittoria dopo due annate di vacche magre con Michael Schumacher e Nico Rosberg. La F1 W03 sembra un bel passo avanti rispetto alla monoposto dello scorso anno, per cui c'è chi maliziosamente scommetterebbe sull'esistenza di qualcuno che avrebbe suggerito alla FIA la nuova interpretazione della regola, sperando magari di rallentare lo sviluppo di Red Bull Racing e Ferrari. Tutti sanno che se i due top team avevano chiesto un posticipo di data era solo perché avevano bisogno di un giorno in più per produrre certi pezzi in carbonio. Con il volta faccia della FIA è probabile che non tutte le modifiche programmate sulla RB8 e sulla F2012 vadano in macchina, riservando il debutto di certe soluzioni solo al Gp che aprirà ufficialmente la stagione 2012. Se queste sono le premesse, aspettiamoci un'altra annata turbolenta in Formula 1...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie