Dakar, 6° Tappa: De Rooy vince la quarta speciale

Dakar, 6° Tappa: De Rooy vince la quarta speciale

L'olandese con l'Iveco Trakker mantiene a distanza i Kamaz di Nikolaev e Mardeev. Biaison è diciannovesimo

Gerard De Rooy mantiene la testa della gara dei camion, dopo essersi ripreso ieri il comando della classifica ai danni di Loprais. Alla conclusione della sesta tappa Arica-Calama che si è disputata in Cile l’olandese ha conquistato il quarto successo con l’Iveco Trakker dopo i 438 km di prova speciale condizionati dal vento di sabbia che ha reso più difficile la visibilità. Dei 62 mezzi partiti solo 38 risultavano arrivati ieri sera al bivacco posto a 2.200 metri di altitudine. La vittima più illustre è stato il compagno di squadra di De Rooy, Hans Stacey che si è ritirato con l’Iveco per un capottamento sull’anteriore mentre era il più veloce della tappa. Nel rovinoso incidente l’equipaggio non ha riportato danni fisici, tant’è che è riuscito a rimettere il mezzo sulle ruote che aveva troppi danni per continuare. Miki Biasion con il terzo Iveco continua la sua rimonta: ha concluso al quinto posto la speciale ed è risalito alla 19. Piazza della classifica assoluta dopo i guai che lo hanno costretto a perdere oltre cinque ore e che hanno compromesso la gara del veneto. Al posto d’onore della tappa si è piazzato Karginov con il Kamaz, distanziato di 34 secondi dall’olandese e con Versilius con il Man ad appena un secondo dopo una bella battaglia finale. Il secondo posto assoluto è controllato da Nikolaev che con il Kamaz si mantiene a 18’40” dalla testa, mentre in terza piazza troviamo l’analogo camion di Mardeev che è più staccato ad oltre mezz’ora da De Rooy. Loprais che è finito al sesto posto assoluto, dietro anche a Kolomy (Tatra) e Karginov (Kamaz) con il suo Tatra si mantiene a quasi due ore dall’Iveco al comando: “Oggi è stata una giornata molto difficile perché siamo partiti tardi dopo i problemi di ieri: ci siamo trovati nella condizione di dover superare molti camion e anche diverse auto, in una speciale che era molto insidiosa. Con il vento di sabbia c’erano punti in cui non si vedeva niente e mi domandavo perché mai ero lì. Per fortuna non abbiamo avuto alcun problema e contiamo di tornare all’attacco: la gara è ancora lunga…”. Alex Caffi è 32. con il Mercedes Unimog: il pilota bresciano ha perso qualche minuto in speciale per un problema ad un manicotto, ma è ripartito e ha concluso a sera la sua tappa. DAKAR 2013, Sesta tappa, 10/01/2013 Classifica generale camion (primi dieci) 1. De Rooy/Colsoul/Rodewald - Iveco - 17.23'45" 2. Nikolaev/Savostin/Rybakov - Kamaz - +18'40" 3. Mardeev/Belyaev/Mirniy - Kamaz - +30'32" 4. Kolomy/Kilian/Kilian - Tatra - +38'31" 5. Karginov/Devyatkin/Mokeev - Kamaz - +1.22'32" 6. Loprais/Bruynkens/Pustejovsky - Tatra - +1.56'10" 7. Versulius/Schuurmans/Damen –Man - +2’13”25 8. Van Vliet/Klein/Pronk - Man - +2.13'38" 9. Kuipers/Van Eerd/Torrallordona - Iveco - +2.44'35" 10. van den Brink/Willemsen/Veenvliet - Ginaf - +2.53'43" 19. Biasion/Fiori/Huisman – Iveco - +5.02’45” 29. Bellina/Arici/Binelli - Ginaf - +9.21’01” 32. Caffi/Cabini/Mascialino – Mercedes - +13.27’01”

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Articolo di tipo Ultime notizie