Vittoria a sorpresa per Kimiya Sato

Vittoria a sorpresa per Kimiya Sato

Il giapponese ha scavalcato il poleman Vittorio Ghirelli sin dal via

Kimiya Sato si è aggiudicato la vittoria al termine di gara-1 sul circuito di Hungaroring, teatro del terzo appuntamento della stagione 2013 Auto GP. Il giapponese di Euronova Racing aveva preso il via dalla terza piazzola in griglia, ma già alla prima curva è transitato al comando della corsa precedendo Vittorio Ghirelli (Super Nova International) e Tamas Pal Kiss (MLR71), che erano schierati in prima fila. L’ungherese aveva mantenuto la seconda piazza nei primi metri di gara, salvo cederla all’italiano che ha tenuto la traiettoria interna alla prima staccata, portandosi poi all’inseguimento del giapponese. Al secondo giro, Ghirelli ha superato anche Sato prendendo la prima posizione che ha mantenuto sino alla quindicesima tornata quando, a causa di un problema alla ruota posteriore sinistra, ha dovuto cedere la leadership al nipponico vanificando il vantaggio conquistato in gara. Sato conquista dunque la sua seconda vittoria in Auto GP dopo quella ottenuta sul bagnato a Monza in gara-2, e Ghirelli bissa il secondo posto dell’ultima manche disputata in Marocco il mese scorso. Terzo gradino del podio per Sergio Campana (Ibiza Racing Team). Il modenese ha portato a termine una gara di rimonta dalla quinta piazzola in griglia di partenza recuperando così il ritiro avvenuto a Marrakech in gara-2 dopo la vittoria della prima corsa. Campana ha ora 77 punti, 14 meno di Sato, leader con 91 punti, mentre Ghirelli sale al terzo posto con 62 punti. Ai piedi del podio ha concluso Riccardo Agostini (MP Motorsport) primo pilota ad effettuare il pit-stop obbligatorio e così in grado di recuperare la posizione ai danni di Pal Kiss, che ha portato a casa un’ottima quinta piazza al debutto in Auto GP. Sesta e settima posizione per gli olandesi di MP Motorsport, Meindert van Buuren e Daniel De Jong, mentre grazie all’ottava posizione l’ex-pilota di Formula 1 Narain Karthikeyan (Zele Racing) ha conquistato la partenza al palo per la seconda corsa, grazie all’inversione dei otto classificati della prima manche. Chiudono la zona punti i due portacolori di Virtuosi UK, il comasco Andrea Roda ed il russo Max Snegirev. Un contatto tra Luciano Bacheta (Zele Racing) e Robert Visoiu (Ghinzani Motorsport) ha messo fine alla gara di entrambi nel corso del penultimo giro nel secondo settore. Da segnalare la singolare scelta della squadra italiana di cambiare al pilota rumeno le gomme anteriori al pit-stop, anziché le posteriori come solitamente avviene. Kimiya Sato (Euronova Racing): “Una gara tiratissima la nostra perché non avevamo il passo migliore in gara, ci mancava un po’ di grip e iniziavamo a scaldare le gomme troppo presto, ma siamo stati fortunati nel non aver sofferto alcun tipo di problema e questo successo ripaga la squadra per il duro lavoro svolto”. Vittorio Ghirelli (Super Nova International): “Siamo stati i più veloci per tutto il week-end ma non è bastato. La partenza non è stata buona ma ho prontamente recuperato la leadership e avevo davvero un buon passo. Ho fatto il pit-stop a pochi giri dalla fine ma abbiamo avuto un problema alla posteriore sinistra e abbiamo perso il margine accumulato in pista”. Sergio Campana (Ibiza Racing Team): “Abbiamo recuperato alcune posizioni in gara riuscendo a completare il podio, abbiamo trovato delle soluzioni che ci hanno permesso di tornare ad essere competitivi in gara e sono felice di essere qui”.

AutoGp - Hungaroring - Gara 1

AutoGp - Hungaroring - Campionato

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Auto GP
Piloti Kimiya Sato
Articolo di tipo Ultime notizie