La Honda HRC lascia Sepang con tante certezze

La Honda HRC lascia Sepang con tante certezze

Non sono incoraggianti solo le prestazioni, ma anche la bontà delle nuove soluzioni

Non c'è il due senza tre: questo proverbio può riassumere l'esito dell'ultima giornata dei test collettivi della MotoGp andata in scena a Sepang, con Casey Stoner che ha comandato il gruppo della classe regina per il terzo giorno consecutivo. Il nuovo pilota della Honda HRC ha stabilito il nuovo record ufficioso del tracciato malese in 1'59"665, ma è stato seguito molto da vicino anche Dani Pedrosa, che ha chiuso in seconda posizione, staccato di appena poco più di un decimo. Quarto tempo invece per Andrea Dovizioso, che ha confermato anche lui il grande stato di forma delle RC212V. Dopo una mattinata fatta di time attack, i tre piloti ufficiali della Casa giapponese si sono poi concentrati sulla messa a punto della moto, completando dei lavori differenti tra di loro: Stoner ha lavorato sul sistema di gestione del motore e sulla comparazione finale dei due telai, per poi decidere quale ciclistica usare in Qatar in occasione dei prossimi test del 13 e 14 marzo. Anche Pedrosa si è concentrato sulle mappature del motore, per poi compiere un long run, senza perà coprire tutta la distanza della gara. Oltre comparazione dei due telai, Dovizioso ha provato alcuni setting di elettronica, per migliorare l’ingresso in curva. Nel pomeriggio ha effettuato la simulazione di gara. Casey Stoner: "Abbiamo continuato la comparazione del telaio e sono contento di aver finalmente deciso quale usare per la stagione. Abbiamo provato inoltre molte mappature elettroniche relative al freno motore, trovando dei miglioramenti in alcune aree e degli svantaggi in altre. Dovremmo verificare meglio questa cosa. Il telaio scelto risponde bene, indipendentemente dalla messa a punto. Siamo inoltre in grado di adattarlo abbastanza facilmente. Quando andremo in Qatar tra poche settimane, potremo così provare vari set up e acquisire più esperienza. Alcuni cambiamenti possono richiedere tempo, sarà utile lavorare con due moto che montano lo stesso telaio. Il bilancio di questi test è molto positivo. Oggi abbiamo fatto anche una simulazione che copriva quasi la distanza di gara, raccogliendo informazioni importanti. Ogni volta mi sento più comodo sulla moto e non vedo l’ora di andare in Qatar". Dani Pedrosa: "Abbiamo fatto tre giorni di test molto buoni. Entrambe le sessioni pre-campionato qui a Sepang sono state positive. Siamo migliorati in frenata e abbiamo lavorato molto sull’elettronica e varie configurazioni di ciclistica. È stato un inverno migliore dello scorso anno, sappiamo però che tutti cresceranno ancora per la prima gara. Lascio Sepang soddisfatto. I prossimi test in Qatar ci daranno la possibilità di confermare il lavoro fatto su un circuito con un tracciato differente e diverse condizioni di pista. Ho effettuato più o meno lo stesso numero di giri con il telaio 2010 e quello modificato. Il miglior tempo è arrivato con la versione 2011. Vorrei comunque verificare ancora in Qatar e prendere poi la decisione finale. Mi sento bene e la moto lavora ugualmente bene. Andiamo in Qatar molto più fiduciosi dello scorso anno, m a dobbiamo restare con i piedi per terra perché all’inizio del 2010 abbiamo incontrato mole difficoltà e siamo migliorati poi nel corso della stagione, così anche gli altri potrebbero fare la stessa cosa. La verifica finale si avrà solo in gara". Andrea Dovizioso: "Siamo veloci e aver realizzato due sessioni di test pre-campionato a questo livello è molto importante. Nel pomeriggio ho fatto anche una simulazione di gara che ha confermato che siamo forti e siamo pronti per la stagione. Comunque, durante il long run, ho scoperto un problema sul davanti – che avevo già sperimentato in alcune gare del 2009 . Dopo alcuni giri, infatti, perdevo grip a centro curva. Il bilancio di questi secondi test a Sepang è positivo, ma ancora non siamo perfetti. Dobbiamo capire cosa abbiamo cambiato che provoca questo problema dal momento che è comparso quando abbiamo aggiunto solo cinque litri di benzina. Nonostante ciò sono stato veloce. Sono andato molto più forte rispetto allo scorso anno. Sento che senza questo problema, avrei potuto girare con un passo simile a Dani e a Casey, per questo sono contento".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Dovizioso , Casey Stoner
Articolo di tipo Ultime notizie