Franchitti la spunta in mezzo al caos totale

Franchitti la spunta in mezzo al caos totale

Quella di Toronto è stata una gara costellata da un numero incredibile di incidenti

Terza vittoria della stagione e trentesima in carriera per Dario Franchitti in IndyCar. Nel decimo incontro della stagione, a Toronto, lo scozzese ha intascato questo risultato al termine di una sorta di "gioco al massacro" dove lui è stato l'unico fra i contendenti per la vittoria a salvarsi ed è poi andato a scusarsi per essere stato egli stesso causa di una delle carambole che ha tolto di mezzo il suo più diretto avversario, Will Power. Il primo episodio si è verificato al 3° giro, quando Ryan Briscoe e Tony Kanaan hanno iniziato a darsi battaglia, sono arrivati al contatto e Kanaan ha "preso il volo", mentre Briscoe è poi rimasto coinvolto in un altro incidente e ha concluso settimo. Kanaan si è infuriato, e senza mezzi termini ha detto che l'incidente era stato causato dalla mancanza di funzionamento di alcune cellule del cervello di Briscoe. Poco dopo Takuma Sato e Danica Patrick sono stati al centro di un'altro incidente discusso, con Danica che a fine gara ha avuto parole pesanti nei confronti del giapponese. Intanto, in testa si era portato Power, davanti a Dixon, Franchitti, Conway e Rahal. Al 30° giro Helio Castroneves è finito contro Alex Tagliani: l'uno ha riportato danni a una sospensione che fortunatamente si sono potuti riparare velocemente ai box, permettendogli di piazzarsi diciassettesimo, mentre l'altro ha perso un giro e ha concluso ventitreesimo. Poi è stata la volta di Paul Tracy, il quale ha centrato Vitor Meira, che è finito fuoripista, mentre Paul ha coinvolto nella carambola anche Charlie Kimball e Sebastien Bourdais; tutti sono comunque fortunatamente riusciti a ripartire e Meira e Bourdais hanno potuto perfino concludere rispettivamente al quinto e al sesto posto. Mentre in testa si era portato Graham Rahal, davanti a Viso, Power, la De Silvestro, Hunter-Reay, Franchitti, e Dixon, Viso ha quindi tentato l'attacco a Rahal, ma con il solo risultato di scendere al terzo posto. Al 55° giro Mike Conway è entrato in contatto con Briscoe e ha rimediato 20" di penalità, mentre due giri dopo Franchitti ha provato a superare Power finendo per mandarlo in testacoda, cosa che ha comportato una fase di neutralizzazione e uno sconvolgimento nella classifica di campionato. Il match è continuato al 61° giro con un contatto fra EJ Viso e Justin Wilson e poco dopo con uno fra Alex Tagliani e Power, che ha avuto parole di fuoco contro il rivale. Nei 14 giri finali, quando Franchitti ha preso il comando della gara, altri incidenti hanno continuato a movimentare la corsa. La Patrick ha tamponato James Jakes e Tagliani è finito su due ruote e contro le barriere; Marco Andretti ha stretto Oriol Servia e ne hanno fatte le spese anche Conway, Kimball, James Hinchcliffe, Wilson e Hildebrand. Nell'ultimo restart, Rahal è stato messo ko da Ryan Hunter-Reay e lo ha accusato di correre senza cervello. La gara si è così conclusa con il successo di Franchitti davanti al compagno di squadra Scott Dixon, giunto ad appena 0"734, e Power si è ritrovato con 55 punti in meno in classifica rispetto allo scozzese, leader in campionato, mentre prima il suo distacco era di 20 punti. Buono il quarto posto di Marco Andretti, dopo che nelle prove era risultato piuttosto in crisi. INDYCAR, Toronto, 14/07/2011 Classifica finale 1. Dario Franchitti (Ganassi) 85 giri in 1h56'32"15, media 123,65 km/h 2. Scott Dixon (Ganassi) a 0"7345 3. Ryan Hunter-Reay (Andretti Autosport) a 6"0144 4. Marco Andretti (Andretti Autosport) a 7"5671 5. Vitor Meira (Foyt) a 9"0117 6. Sebastien Bourdais (Coyne) a 9"3114 7. Ryan Briscoe (Penske) a 9"8735 8. JR Hildebrand (Panther) a 14"1750 9. EJ Viso (KV) a 14"7843 10. Simona de Silvestro (HVM) a 15"7603 11. Ana Beatriz (Dreyer&Reinbold) a 16"8992 12. Oriol Servia (Newman-Haas) a 19"8736 13. Graham Rahal (Service Central Ganassi) a 21"3123 14. James Hinchcliffe (Newman-Haas) a 1 giro 15. Justin Wilson (Dreyer&Reinbold) a 2 giri 16. Paul Tracy (Dragon) a 3 giri 17. Helio Castroneves (Penske) a 4 giri 18. James Jakes (Coyne) a 4 giri 19. Danica Patrick (Andretti Autosport) a 6 giri 20. Takuma Sato (KV) a 6 giri 21. Charlie Kimball (Novo Nordisk Ganassi) a 8 giri 22. Mike Conway (Andretti Autosport) a 9 giri 23. Alex Tagliani (Sam Schmidt) a 14 giri 24. Will Power (Penske) a 19 giri La classifica del campionato (primi dieci): 1. Franchitti 353, 2. Power 298, 3. Dixon 270, 4. Servia 232, 5. Kanaan 221, 6. Briscoe 219, 7. Andretti 216, 8. Rahal 208, 9. Hildebrand 193, 10. Tagliani 173.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Piloti Dario Franchitti
Articolo di tipo Ultime notizie