Formula E: svelato il nuovo tracciato dell'E-Prix di Roma

La Formula E ha svelato un nuovo layout per il tracciato che ospiterà la terza edizione dell’E-Prix di Roma. Il nuovo disegno farà sì che quello della Capitale diventerà il secondo circuito più lungo utilizzato nella storia del campionato.

Formula E: svelato il nuovo tracciato dell'E-Prix di Roma
A quasi 10 settimane dal via, il Campionato del Mondo ABB FIA Formula E svela oggi la nuova configurazione per il circuito cittadino dell’EUR che vedrà sfrecciare nel cuore del quartiere di Roma le ventiquattro monoposto elettriche Gen2, per la terza volta dall'esordio della serie nel 2018.
 
Il Rome E-Prix, previsto per il 10 aprile, vedrà l'inaugurazione di una pista rinnovata, molto sfidante per l'abilità dei piloti, che dovranno affrontare tre nuove curve veloci, un'ulteriore sezione di curve più tecniche e i classici sali e scendi caratteristici del vecchio circuito.
 
Il nuovo tracciato metterà in risalto ancora di più il contesto spettacolare che offre il quartiere EUR, passando davanti a Palazzo dei Congressi così come in Piazzale Marconi, e a partire da quest'anno anche di fronte all'iconico Palazzo della Civiltà Italiana, il cosiddetto Colosseo Quadrato. L'intero Parco del Ninfeo sarà inoltre incluso all'interno del perimetro della manifestazione.
 
Il layout della nuova pista ha visto una collaborazione positiva con i residenti e le aziende EUR, con l'obiettivo di ridurre al minimo le interruzioni nella mobilità durante le giornate precedenti e antecedenti alla gara. Il nuovo tracciato, nello specifico, coinvolgerà in modo superficiale Via Cristoforo Colombo e avrà quindi un impatto minore sul traffico cittadino.
 
Per quanto riguarda la partecipazione del pubblico, che per questa edizione dipenderà dalle normative vigenti legate al Covid-19, la nuova disposizione non solo permetterà di ospitare tifosi in una vera e propria tribuna verde, quella del Parco del Ninfeo, ma darà anche la possibilità di allestire tribune più grandi e un Allianz E-Village sempre più ricco, accessibile e compatto che garantirà l'esperienza più completa possibile per gli appassionati.
 
Fondamentale sarà anche l'eredità di Formula E per la città nel consueto programma di Legacy: nell'ultima edizione l’evento Rome E-Prix aveva generato un impatto economico positivo di ben 60 milioni di euro e il nuovo circuito permetterà agli esercizi commerciali intorno a Via delle Tre Fontane e Viale Tupini di beneficiare della vicinanza alla pista, ospitando eventi per i partner di Formula E.
 
I lavori per l'allestimento della pista comprenderanno inoltre la riasfaltatura di gran parte del manto stradale coinvolto e la ristrutturazione totale del marciapiede di via Murri, segmento della città di particolare rilevanza storico-architettonica che rimarrà in eredità al quartiere.
 
L'assessore allo sport ed alle politiche giovanili, Daniele Frongia, ha dichiarato: "Un nuovo tracciato che quest'anno girerà intorno ad un altro simbolo del quartiere Eur, il Palazzo della Civiltà Italiana noto come Colosseo Quadrato, e che mantiene il caratteristico saliscendi, uno degli aspetti più amati dai piloti che si sfidano nella nostra città, testimonia la costante ricerca di miglioramenti di performances con un'attenzione a minimizzare quanto più possibile l'impatto sulla mobilità cittadina".
 
"In questo anno segnato dalla pandemia la conferma della tappa di Roma ci ha particolarmente inorgogliti. Siamo impegnati da tempo, insieme con tutti gli attori coinvolti, nell'organizzazione della manifestazione e abbiamo vagliato tutti i possibili scenari al fine di garantire lo svolgimento di questo grande evento".
 
"L'importante patto che Formula E fa con le città ospitanti si traduce nella realizzazione di un progetto di legacy che ogni anno l'organizzazione fa con l'amministrazione capitolina, aspetto rafforzato anche in virtù degli accordi con Roma Capitale che vedono per i prossimi 5 anni la città protagonista della gara automobilistica. Un evento ormai entrato nel cuore di Roma che lascerà alla città investimenti sul territorio con ricadute positive e un notevole impatto economico".
 
Grande soddisfazione è stata espressa anche da Lucas Di Grassi: "Insieme a Oliver Rowland e Jerome D'Ambrosio, sono uno dei piloti a supporto nella definizione dell'assetto delle piste. Con un design quasi completamente rinnovato per il tracciato di Roma, sia la FIA sia la Formula E hanno fatto ancora una volta un lavoro straordinario per rendere la Formula E ancora più eccitante. Il nuovo layout è fantastico: ha rettilinei più lunghi e veloci, oltre a offrire maggiori possibilità di sorpasso. Sono sicuro che i fan lo adoreranno, non vedo l'ora di correre lì".
 
 
condividi
commenti
Envision Virgin collabora alla prima biposto elettrica

Articolo precedente

Envision Virgin collabora alla prima biposto elettrica

Articolo successivo

Formula E: le gare in Arabia non sono mai state in dubbio

Formula E: le gare in Arabia non sono mai state in dubbio
Carica i commenti