Agag presenta l'ePrix di Roma 2019: "L'Eur è un tracciato super e molto veloce"

condividi
commenti
Agag presenta l'ePrix di Roma 2019: "L'Eur è un tracciato super e molto veloce"
Di:
02 apr 2019, 17:17

Presentato l'ePrix di Roma alla presenza della sindaca Raggi. Il CEO ha sottolineato lo sviluppo tecnologico di questa Gen 2, ma anche di una Formula che sta prendendo sempre più piede tra i giovani.

La Formula E sbarca a Roma, Città Eterna, per il 52esimo ePrix della sua storia. Numero significativo, ancor più considerando la tappa di Honk Kong, con quel traguardo dei 50 ePrix che Alejandro Agag rivendica: "Per qualcuno forse potevamo morire dopo 5 gare, ed invece ne abbiamo fatte 50. E' un numero importante per noi". 

Alla Sala Adriana del Campidoglio, viene presentato il secondo appuntamento con la Capitale che proprio un anno fa si era mostrato come uno dei tracciati più probanti e divertenti del panorama elettrico, non fosse altro per il suo layout e le sue medie più veloci. 

"Il circuito dell'Eur è super, ha mostrato medie veloci ed in un circuito cittadino questo risulta essere davvero raro. Offre una bella immagine di Roma. Certo, sarebbe meglio girare vicino al Colosseo, ma faremmo troppo casino con il traffico!".

Leggi anche:

Sorride Agag, sa che intorno alla Formula E vi è quell'alone di mistero, curiosità e intrattenimento che con Roma si sposa bene per un pubblico giovane e generalista: 

"I giovani sono quelli che si stanno avvicinando di più alla Formula E perché è uno sport diverso. E forse, secondo me, stiamo portando dei nuovi fan al motorsport in generale. E' uno sport più vicino ai giovani, ora loro hanno un'attenzione più corta, più breve, vogliono vedere le cose veloci con il telefonino, cose che hanno elementi di videogiochi, ma vogliono vedere anche una bella gara".

Rivendica il ruolo di precorritore e di laboratorio per il mondo dell'elettrico Agag, pur mantenendo un proprio equilibrio: 

"La Formula E è come un laboratorio di sviluppo della tecnologia. Ovviamente la batteria è la parte chiave di questo sviluppo e si sta andando sempre più avanti nell'ambito della capacità di queste batterie. Anche nel raffreddamento delle batterie, nel software, nell'ottimizzazione, anche nella parte del recupero dell'energia in fase di frenata. Sono tanti aspetti tecnologici che speriamo possa portare un risultato sulle auto stradali".

L'ingresso di Mercedes e Porsche non porterà un aumento dei costi? Su questo Agag è chiaro: 
"E' un rischio che c'è sempre nel motorsport; sopratutto Porsche e Mercedes si vogliono presentare con uno schieramento molto forte. Noi abbiamo dei sistemi per controllare però i costi. Dobbiamo mantenerli ragionevoli. Ad esempio la batteria: ognuno di loro non può fare la propria. Noi diamo a tutti la stessa.

Già, ma come si concilia però sviluppo con contenimento dei costi? 
"Una parte dello sviluppo lo facciamo noi, una parte lo lasciamo fare alle squadre e le case per dire che è la sua macchina che ha vinto la gara". 

Quanto si avvicina la Formula E alla Formula 1 oggi? 
"Io arrivo dal Bahrain, dunque sono stato molto vicino! Ero al GP di Formula 1. La situazione sta cambiando nel mondo, l'industria dell'automobile sta andando verso l'elettrico. Si parla anche di una F1 elettrica in futuro. Io non so come sarà noi ovviamente, la Formula E ha l'esclusività della formula elettrica per i prossimi 20 anni vediamo come si sviluppa. Le auto di Formula E vanno sempre più veloci ed ogni volta si avvicinano sempre più. Non si può fare un paragone ovviamente, non fosse altro che una macchina di Formula 1 costa 200 volte tanto. Chissà se noi potessimo spendere 200 volte tanto, quanto andrebbero forte". 

Oltretutto, l'attuale Formula E vanta un bacino di talenti ex Formula 1 e piloti che sono passati per categorie come il WEC di alto lignaggio. 

"La Formula E per ora, è la seconda destinazione più importante del motorsport secondo me, dopo la Formula 1 ovviamente e, nel complesso, è un livello molto vicino alla Formula 1. Forse ci sono 2-3 piloti che sono superiori ovviamente, come Lewis o anche Leclerc, ma il livello generale è vicino".

 
Articolo successivo
Formula E: è addio tra Nelson Piquet Jr e Jaguar. Al suo posto Alex Lynn

Articolo precedente

Formula E: è addio tra Nelson Piquet Jr e Jaguar. Al suo posto Alex Lynn

Articolo successivo

Mercedes ha fatto debuttare la sua monoposto di Formula E sulla pista di Varano

Mercedes ha fatto debuttare la sua monoposto di Formula E sulla pista di Varano
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Evento ePrix di Roma
Autore Flavio Atzori
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie