Formula 1
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
53 giorni
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
60 giorni
02 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
74 giorni
G
GP della Cina
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
88 giorni
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
102 giorni
07 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
109 giorni
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
123 giorni
G
GP d'Azerbaijan
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
137 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
Prossimo evento tra
144 giorni
G
GP di Francia
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
158 giorni
02 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
165 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
179 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
193 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
221 giorni
03 set
-
06 set
Prossimo evento tra
228 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
Prossimo evento tra
242 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
249 giorni
G
GP del Giappone
08 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
263 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
277 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
284 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
298 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
312 giorni

Mercedes: analisi crash GP del Messico

  condividi
  commenti

Un ricciolo di carbonio che vola via da una monoposto può sembrare un danno di poco conto, ma in F.1 non è così. Perdere un frammento di diffusore posteriore genera perdita di carico aerodinamico ed ecco perché Hamilton ha sofferto per tutto il GP del Messico dopo il contatto con Vettel al primo giro. 

Video successivo
Carica i commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie