Domenicali: "A Jerez verificheremo i dati della F138"

L'obiettivo però è quello di presentarsi in Australia con una vettura subito competitiva

Domenicali:
Non poteva essere che Stefano Domenicali a dare il benvenuto durante la presentazione della Ferrari F138, la nuova creatura nata nel reparto corse di Maranello per andare a caccia del titolo iridato con Fernando Alonso e Felipe Massa. Il team principal, salito sul palco dopo un breve filmato introduttivo, ha iniziato il suo discorso ringraziando tutti i partner del Cavallino: "Un caloroso saluto a tutti per questa giornata che rappresenta una nuova sfida. Guardando le immagini sono tanti i pensieri. Questo momento è il punto di partenza per raccogliere la sfida sportiva anche quest’anno. Con una solo obiettivo: incrementare i numeri già incredibili della squadra. Ma anche l'orgoglio di lavorare qui: non credo che nessun altro possa avere il privilegio di poter annunciare il numero dei partner che credono in noi, per la fiducia che ci danno. Sono felice di accogliere i cinesi. Grazie a chi ha deciso di estendere Hublot, Kaspersky e che hanno allargato la partnership con noi. Grazie alla Phillip Morris e alla Shell che ci ha dato più cavalli. Grazie a Santander che fa parte della struttura dei partner". L'obiettivo chiaramente è fare meglio del 2012 e quindi puntare a vincere: "La stagione passata è stata intensa: arrivare secondi è sempre difficile dal punto di vista emotivo. Siamo ripartiti per migliorare gli aspetti positivi, come l’affidabilità, delle stragetia in gara e il miglioramento delle strategia al pit stop. La macchina di quest'anno è nata con gruppi di lavoro diversi, con due gruppi di lavoro. Abbiamo aperto le porte per allargare sempre il know how che può arrivare da fuori, ma abbiamo valorizzato anche i profili interni". Ecco poi una breve introduzione della F138, parlando anche del sua nascita e del suo sviluppo: "La F138 è un primo passo rispetto alla macchina che si vedrà in Australia. E’ lo sviluppo di quella dello scorso anno. A Jerez non cerchiamo le prestazioni, ma vogliamo soprattutto verificare i dati di simulazione della vettura. Abbiamo deciso di sviluppare la macchina non nella galleria di Maranello, ma con un occhio agli investimenti futuri. E sotto questo profilo abbiamo iniziato il nuovo cantiere della nuova gestione che sarà pronto entro due anni". Lo scorso anno la partenza fu un po' ad handicap, un errore che Domenicali spera non si ripeta nel 2013: "L’obiettivo fondamentale è di dare da subito ai piloti una macchina competitiva. Cerchiamo di lavorare meglio, per essere più efficaci ed avere una F138 competitiva da subito. Infatti vedrete un’evoluzione della macchina".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie