WTCR | Vervisch ci crede: "-36 punti? Qui può succedere di tutto

Il belga della Comtoyou è il primo rivale di Ehrlacher nella rincorsa all'iride, ma sa che il distacco in classifica è tanto e poco allo stesso tempo. L'obiettivo è regalare la prima affermazione mondiale all'Audi.

WTCR | Vervisch ci crede: "-36 punti? Qui può succedere di tutto

36 punti possono essere tanti da colmare, ma anche pochi da recuperare. Per Frédéric Vervisch, la rincorsa al titolo del FIA WTCR passa da Sochi, dove proverà a battere Yann Ehrlacher.

Il belga è il primo rivale del francese quando siamo giunti all'ultimo atto della stagione 2021 che si tiene in Russia e con la sua nuova Audi RS 3 LMS deve cercare di finire davanti al rivale della Lynk & Co.

Il pilota della Comtoyou Racing è più che consapevole della sfida che lo attende, con la pressione aggiuntiva di dover provare a regalare alla Casa dei Quattro Anelli per la prima volta l'affermazione nella massima serie turismo.

“Il distacco da Yann è di 36 punti quindi è tanto e poco allo stesso tempo, visto che nel WTCR succede sempre qualcosa. Spero che il passo sia buono per mettere un po’ di pressione, in modo che succeda qualcosa. Mi aspetto anche che Esteban Guerrieri giochi un ruolo importante, visto che pure lui è in lizza”, commenta il pilota del Comtoyou Team.

“Tuttavia, con un po’ di fortuna possiamo avere tutto dalla nostra parte e il divario sarà colmato: è possibile ma difficile. Abbiamo bisogno del nostro miglior weekend finora. Sarebbe il primo titolo FIA della mia vita, che sarebbe un grande traguardo per me”.

Frédéric Vervisch, Comtoyou Team Audi Sport Audi RS 3 LMS

Frédéric Vervisch, Comtoyou Team Audi Sport Audi RS 3 LMS

Photo by: WTCR

 

condividi
commenti
WTCR | Cyan Lynk&Co unita per Ehrlacher: "E' lunga, so cosa fare"
Articolo precedente

WTCR | Cyan Lynk&Co unita per Ehrlacher: "E' lunga, so cosa fare"

Articolo successivo

WTCR | Vernay: "Cerco di portare la Hyundai almeno sul podio"

WTCR | Vernay: "Cerco di portare la Hyundai almeno sul podio"
Carica i commenti