WTCR: salta l'ultima tappa di Adria, si cerca una sostituzione

Il tracciato veneto non è ancora pronto perché i lavori di ampliamento sono ancora in corso, dunque il promoter Eurosport Events ha già informato i team che si cambierà posto per l'ultimo round 2020.

WTCR: salta l'ultima tappa di Adria, si cerca una sostituzione

Il FIA WTCR dovrà rinunciare alle gare di Adria che erano previste per il weekend del 13-15 novembre e il promoter Eurosport Events è al lavoro per trovare un rimpiazzo dell'evento che sarà round conclusivo della stagione 2020.

La notizia era in circolazione già da un paio di settimane perché i lavori di ampliamento del tracciato veneto hanno subìto un rallentamento, dunque non sarà possibile compiere il sopralluogo da parte dei tecnici FIA per dare l'ok allo svolgimento delle gare che la massima serie turismo avrebbe dovuto correre fra 15 giorni.

In compenso, il promoter ha già avvisato le squadra della faccenda e sta cercando una tappa di chiusura per una stagione 2020 già martoriata dalla pandemia di Coronavirus, che comunque non sta facendo dormire sonni tranquilli a nessuno in questo momento di seconda ondata.

“A causa della pandemia di COVID-19 i lavori di ampliamento dell'Adria International Raceway sono tutt'ora in corso e non consentiranno lo svolgimento della WTCR Race of Italy il 13-15 novembre come programmato - si legge nella nota ufficiale emessa dall'organizzazione - La decisione è stata presa dopo una ispezione tecnica avvenuta presso la pista nella giornata di ieri. Eurosport Events è attualmente al lavoro con la FIA per trovare un nuovo posto ove far svolgere l'ultimo round del WTCR – FIA World Touring Car Cup nella stessa data. I dettagli verranno resi noti quanto prima".

Anche il Gruppo Peroni Race avrebbe dovuto correre ad Adria in quel weekend come evento di supporto al Mondiale, ma ha già confermato che non si procederà con la cosa.

Per il momento non sono state annunciate alternative, anche perché prima ci vuole l'ok della Touring Car Commission del Consiglio Mondiale FIA, ma si potrebbe decidere di andare ad Imola (libera in quel fine settimana), oppure restare anche ad Aragón, dove domani va in scena la WTCR Race of Spain.

condividi
commenti
BRC con Tarquini e Michelisz al debutto spagnolo del WTCR

Articolo precedente

BRC con Tarquini e Michelisz al debutto spagnolo del WTCR

Articolo successivo

WTCR, Aragón, Libere 1: Magnus sveglia tutti con l'Audi

WTCR, Aragón, Libere 1: Magnus sveglia tutti con l'Audi
Carica i commenti