WTCR: prima Pole Audi ad Aragón con un grande Vervisch

Il belga regala il primato per Gara 2 alla nuova RS 3 LMS beffando nel finale Björk. Top5 per Magnus, Michelisz e Vernay, Tarquini in Pole nella griglia invertita di Gara 1 affiancato da Azcona. Disastro Honda.

WTCR: prima Pole Audi ad Aragón con un grande Vervisch

Frédéric Vervisch regala alla nuova Audi RS 3 LMS la prima Pole Position per Gara 2 del FIA WTCR grazie ad una fantastica prestazione in Qualifica al MotorLand Aragón.

Il portacolori del Comtoyou Team Audi Sport ha sconfitto i rivali in Q3 con un parziale da urlo nel quarto settore che gli vale la partenza al palo del secondo round spagnolo previsto per domani.

Vervisch ha fermato il cronometro sul 2'06"169 lungo i 5,345km del tracciato di Alcañiz, relegando al secondo posto la Lynk & Co 03 di Thed Björk (Cyan Performance), che con i record nei primi tre settori stava già assaporando il primato.

Terzo troviamo il collega di Vervisch, Gilles Magnus, al volante dell'Audi griffata Comtoyou-RACB National Team, mentre Norbert Michelisz (BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse) e Jean-Karl Vernay (Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team) si devono accontentare di completare la Top5 con le rispettive Hyundai Elantra N.

Non possono definirsi contenti Nathanaël Berthon e Tom Coronel (Comtoyou Racing-DHL), ritrovatisi solamente 6° e 7° dopo che erano riusciti a firmare i migliori tempi delle Prove Libere con le rispettive Audi.

Yann Ehrlacher chiude 8° al volante della Lynk & Co della Cyan Racing, precedendo la Cupra di Mikel Azcona (Zengő Motorsport), il quale sarà in prima fila nella griglia invertita di Gara 1 al fianco del poleman Gabriele Tarquini.

Il portacolori della BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse sigla infatti il 10° tempo sulla sua Hyundai beffando per soli 0"081 Yvan Muller (Cyan Racing Lynk & Co), 11° con dietro la Hyundai di Luca Engstler (Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team).

In Q1, dove il miglior crono lo aveva firmato Ehrlacher davanti a Coronel, Berthon, Vervisch e Michelisz - a punti con il francese - il primo degli eliminati è Santiago Urrutia (Cyan Performance), unica Lynk & Co a non passare il turno, beffato da Azcona per appena 0"006 ritrovandosi 13°.

Dietro troviamo le Cupra di Jordi Gené (Zengő Motorsport Drivers' Academy) e Rob Huff (Zengő Motorsport), mentre il disastro annunciato delle Honda Civic Type R è evidenziato dalla 16a prestazione di Esteban Guerrieri (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport).

Le vetture costruite dalla JAS Motorsport patiscono gli 80kg di zavorra (BoP + Compensation Weight) e le difficoltà sono risultate insormontabili anche per gli altri piloti armati dei mezzi giapponesi. Néstor Girolami (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport) e Tiago Monteiro (ALL-INKL.DE Münnich Motorsport) si ritrovano in 20a e 21a piazza, con il compagno di squadra del portoghese, Attila Tassi, ha accusato un guasto dopo 5' e quindi partirà ultimo.

Le Hyundai Elantra N della Target Competition condotte da Andreas e Jessica Bäckman hanno il 17° e 19° crono, divise dalla Cupra di Bence Boldizs (Zengő Motorsport Drivers' Academy).

Nel post-Qualifiche i commissari hanno penalizzato di 3 posizioni sulla griglia di Gara 1 Vernay, dato che il francese ha ostacolato Coronel in Q2. Il ragazzo della Hyundai sarà quindi nono anziché sesto della Top10 invertita.

condividi
commenti
WTCR, Aragón, Libere 2: Audi ancora in vetta con Berthon

Articolo precedente

WTCR, Aragón, Libere 2: Audi ancora in vetta con Berthon

Articolo successivo

WTCR: strepitoso Tarquini, trionfo con la Hyundai in Gara 1

WTCR: strepitoso Tarquini, trionfo con la Hyundai in Gara 1
Carica i commenti