WTCR
G
Slovakia Ring
21 mag
Canceled
G
Nurburgring
03 giu
Prossimo evento tra
50 giorni
G
Vila Real
26 giu
Prossimo evento tra
73 giorni
G
Aragon
10 lug
Prossimo evento tra
87 giorni
G
Adria
31 lug
Prossimo evento tra
108 giorni
G
Hungaroring
21 ago
Prossimo evento tra
129 giorni
G
Inje Speedium
16 ott
Prossimo evento tra
185 giorni
G
Macao
19 nov
Prossimo evento tra
219 giorni

WTCR: in Ungheria debutto per Gruber e Sapag con le Hyundai

L'austriaco è stato chiamato dalla Hyundai per salire sulla i30 N del Team Engstler al posto di Catsburg (impegnato in IMSA), mentre l'argentino intraprende il nuovo programma con la Target dopo il debutto nel TCR Europe.

WTCR: in Ungheria debutto per Gruber e Sapag con le Hyundai

Nico Gruber e José Manuel Sapag saranno i volti nuovi sulla griglia di partenza del FIA WTCR in occasione delle gare che si terranno questo weekend in Ungheria.

Il 19enne austriaco prenderà il posto di Nicky Catsburg sulla Hyundai i30 N dell'Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team, dato che l'olandese dovrà volare a Road Atlanta per correre la Petit Le Mans dell'IMSA con la Corvette Racing.

Il 25enne sudamericano resenzierà invece da wildcard a Budapest e probabilmente anche ad Adria sulla Hyundai preparata dalla Target Competition, con la quale ha debuttato lo scorso fine settimana a Barcellona.

“E' difficile dire come ho fatto ad avere questa occasione dopo soli quattro weekend in ADAC TCR Germany - ha commentato Gruber, che dopo i successi sui kart è passato alla Formula 4 nel 2018, poi in Formula Renault nel 2019 e infine alla serie TCR tedesca - Il team mi ha supportato tanto e la Hyundai ha acconsentito a darmi un'opportunità, debbo ringraziarli tanto per questo. Forse perché sono riuscito a vincere al debutto in TCR Germany. Abbiamo anche avuto momenti duri, però dimostrando di essere veloci, per cui vorrei continuare così anche all'Hungaroring, dove cercherò di ottenere il miglior risultato possibile per la squadra, che per me è come una famiglia; mi sento a casa e mi trovo benissimo con tutti. Ci divertiamo un sacco, ma quando c'è da lavorare seriamente lo facciamo per ottenere il massimo".

“Sicuramente all'Hungaroring sarà dura, ho visto in Slovacchia come lavorano tutti i piloti del WTCR ed è totalmente diverso dal TCR Germany. Tutti danno il massimo fin dalle Libere 1 e io sto ancora imparando a correre nel turismo, ma sono qui apposta per farlo impegnandomi al massimo. Quando l'anno scorso ero in Formula Renault ho corso all'Hungaroring e mi è piaciuta molto come pista. Ha un bel layout, anche se è difficile. I miei avversari saranno tosti e veloci, ma con il team faremo del nostro meglio per ottenere un buon risultato".

Discorso diverso per Sapag, che doveva affrontare tutto il TCR Europe nel 2020 prima che la pandemia scombinasse i piani.

“Sicuramente sarà un weekend impegnativo perché all'Hungaroring ho corso solo con il simulatore - spiega il sudamericano - Ho provato la Hyundai, ma dovrò abituarmi alla pista e non sarà semplice. Inoltre, il livello del WTCR è altissimo, per cui il mio obiettivo sarà adattarmi alla categoria e cercare di tenere il passo degli avversari. L'idea è quella di conoscere il WTCR e migliorare ad ogni sessione, in modo da avvicinarmi ai rivali".

“Non voglio fare previsioni proprio perché il livello del Mondiale è elevato, però il Súper TC2000 è altrettanto buono. Le macchine hanno la trazione anteriore, aerodinamica e potenza simili, sono impegnative da guidare. Bisogna essere molto precisi per essere veloci, per cui spero che quell'esperienza mi sia d'aiuto anche in Europa. In Argentina i piloti ti mettono sempre al limite con le battaglie, è una buona categoria, molto intensa e dura, quindi mi aspetto sia così anche il WTCR".

condividi
commenti
WTCR, Tarquini ritrova il podio: "Più di 2° non potevo però fare"

Articolo precedente

WTCR, Tarquini ritrova il podio: "Più di 2° non potevo però fare"

Articolo successivo

WTCR, Tarquini: "All'Hungaroring per andare ancora a podio"

WTCR, Tarquini: "All'Hungaroring per andare ancora a podio"
Carica i commenti