WTCR: Guerrieri resiste ad Ehrlacher e vince Gara 1

L'argentino non molla di un centimetro e regala il successo alla Honda davanti alla Lynk & Co del francese, con Girolami sul podio beffando Muller. Tassi in Top5, Azcona parte malissimo e rimonta fino al sesto, Vernay vince con l'Alfa nel WTCR Trophy, Engstler salva la Hyundai.

WTCR: Guerrieri resiste ad Ehrlacher e vince Gara 1

Esteban Guerrieri ha centrato la seconda vittoria stagionale nel FIA WTCR aggiudicandosi una Gara 1 tiratissima sull'Hungaroring, per la prima volta nel weekend presentatosi asciutto.

Il pilota della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport ha sfruttato al meglio la Pole Position per girare alla prima curva in testa con la sua Honda Civic Type R, per poi difendersi nei 12 giri in programma dalla fortissima pressione messagli da Yann Ehrlacher.

Il leader del campionato vede ridursi il vantaggio in classifica dall'argentino, ma per tutta la gara gli ha tenuto la Lynk & Co 03 della Cyan Racing incollata agli scarichi, approfittando della partenza da dimenticare di Mikel Azcona.

Il terzo posto è andato all'altra Honda della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport condotta da Néstor Girolami, che al giro 2 ha soffiato il podio alla Lynk & Co di Yvan Muller (Cyan Racing) con un bel sorpasso che costringe il francese ad accontentarsi della Top5, nella quale troviamo pure la Honda di Attila Tassi (ALL-INKL.DE Münnich Motorsport), che al via era scattato davanti al francese pluricampione del mondo.

Azcona dopo un via completamente sbagliato ha dovuto sportellare non poco per riportare la Cupra Leon Competición della Zengő Motorsport al sesto posto, venendo a contatto più volte con la Lynk & Co di Santiago Urrutia (Cyan Performance) e l'Alfa Romeo Giulietta Veloce di Jean-Karl Vernay (Team Mulsanne-Romeo Ferraris), rispettivamente settimo ed ottavo.

Vernay si aggiudica anche la vittoria nel WTCR Trophy riservato ai team indipendenti.

In Top10 troviamo Luca Engstler (Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team), il migliore delle Hyundai i30 N, e Thed Björk (Cyan Performance Lynk & Co), seguiti dalle Audi RS 3 LMS di Nathanaël Berthon e Tom Coronel (Comtoyou DHL Team).

Buon 13° posto della wildcard Luca Filippi con l'altra Alfa Romeo del Team Mulsanne-Romeo Ferraris, a punti troviamo pure la Honda di Tiago Monteiro (ALL-INKL.DE Münnich Motorsport), l'Audi di Gilles Magnus (Comtoyou-RACB National Team) - retrocesso in fondo allo schieramento di partenza per una irregolarità tecnica ravvisata dopo le qualifiche - e la Cupra di Bence Boldizs (Zengő Motorsport), che proprio grazie alla penalità data al belga avrà la grande occasione di scattare dalla Pole Position della griglia invertita di Gara 2 al fianco di Muller.

Gara da dimenticare per i ragazzi della BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse: Gabriele Tarquini ha dovuto fare ritorno ai box già al quarto giro con vistosi danni sulla sua i30 N, mentre Norbert Michelisz si è fermato al sesto passaggio per sistemare la macchina, rientrando poi due tornate dopo e siglando il giro più veloce, che è di buon auspicio per il prosieguo del weekend.

Il debuttante José Manuel Sapag (Target Competition) termina 19° con la sua Hyundai, alle spalle di quella di Nico Gruber (Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team) e della Renault Mégane R.S. di Aurélien Comte (Vukovic Motorsport).

Cla # Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari Ritirato Punti
1 86 Argentina Esteban Guerrieri
Honda 12 - 25
2 68 France Yann Ehrlacher
Lynk & Co 12 0.500 0.500 0.500 20
3 29 Argentina Néstor Girolami
Honda 12 1.105 1.105 0.605 16
4 100 France Yvan Muller
Lynk & Co 12 1.759 1.759 0.654 13
5 9 Hungary Attila Tassi
Honda 12 2.318 2.318 0.559 11
6 96 Spain Mikel Azcona
CUPRA 12 2.619 2.619 0.301 10
7 12 Uruguay Santiago Urrutia
Lynk & Co 12 3.608 3.608 0.989 9
8 69 France Jean-Karl Vernay
Alfa Romeo 12 4.223 4.223 0.615 8
9 8 Germany Luca Engstler
Hyundai 12 4.514 4.514 0.291 7
10 11 Sweden Thed Björk
Lynk & Co 12 5.412 5.412 0.898 6
11 31 Netherlands Tom Coronel
Audi 12 8.956 8.956 3.544 5
12 17 France Nathanaël Berthon
Audi 12 9.201 9.201 0.245 4
13 25 Italy Luca Filippi
Alfa Romeo 12 9.658 9.658 0.457 3
14 18 Portugal Tiago Monteiro
Honda 12 9.939 9.939 0.281 2
15 16 Belgium Gilles Magnus
Audi 12 11.147 11.147 1.208 1
16 55 Bence Boldizs
CUPRA 12 12.346 12.346 1.199
17 34 France Aurélien Comte
Renault 12 12.718 12.718 0.372
18 97 Nico Gruber
Hyundai 12 21.417 21.417 8.699
19 28 Jose Manuel
Hyundai 12 34.758 34.758 13.341
20 99 Gabor Kismarty-Lechner
CUPRA 12 40.052 40.052 5.294
21 1 Hungary Norbert Michelisz
Hyundai 11 1 lap
22 30 Italy Gabriele Tarquini
Hyundai 8 4 laps
condividi
commenti
WTCR: Guerrieri e Muller sono i poleman all'Hungaroring

Articolo precedente

WTCR: Guerrieri e Muller sono i poleman all'Hungaroring

Articolo successivo

WTCR: Gara 2 ad Ehrlacher nell'1-2 Lynk & Co, Alfa Romeo a podio

WTCR: Gara 2 ad Ehrlacher nell'1-2 Lynk & Co, Alfa Romeo a podio
Carica i commenti