WTCR, gioia BRC-Michelisz. Tarquini tuona: "Messo KO apposta!"

A Most le Hyundai della squadra di Cherasco hanno epiloghi oposti: l'ungherese torna meritatamente al successo dopo tantissimo tempo, il 'Cinghiale' punta il dito contro chi lo ha tamponato malamente in Gara 2 rovinando la corsa anche di altri.

WTCR, gioia BRC-Michelisz. Tarquini tuona: "Messo KO apposta!"

Il fine settimana di Most ha visto la BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse tornare al successo, il primo della stagione 2021 del FIA WTCR per Norbert Michelisz.

Con una grandissima prova, il Campione 2019 della massima serie turismo si è tenuto dietro per tutta Gara 2 il poleman Mikel Azcona, superato alla prima curva sfruttando un suo errore, tornando alla vittoria dopo tantissimo tempo.

"Le mie gare sono andate molto bene. Gara 1 è stata un po' incasinata, ma alla fine tagliare il traguardo in settima posizione è stato un bel risultato. Naturalmente, la cosa principale per me era fare bene in Gara 2. Ho avuto una grande partenza che è stata la chiave per mettere pressione ad Azcona, e sono stato in grado di prendere il comando alla prima curva", spiega Michelisz.

"Non è stato facile rimanere davanti, soprattutto dopo la ripartenza. Ho dato tutto ed è stato sufficiente per vincere. Sono estremamente felice, è stata una vittoria importante non solo per me ma per la mia squadra. La volevamo davvero; la nostra stagione non è stata gran che finora, ma abbiamo vinto al momento giusto per prendere lo slancio per il resto dell'anno".

Se per "Norbi" la Repubblica Ceca è stata dolce, molto amara è invece risultata per Gabriele Tarquini, in seria difficoltà fin dalle Prove Libere, con le Qualifiche che l'hanno relegato ad un mestissimo 12° posto la sua Hyundai Elantra N.

"Non è stata la mia migliore qualifica, era difficile fare un giro senza commettere errori e la mia macchina faticava a mandare in temperatura le gomme, specialmente nel primo giro - ammette il 'Cinghiale' - In Q2 non sono riuscito a fare un giro pulito, ho sbagliato due volte e mi sono dovuto fermare per cambiare le gomme, ma alla prima frenata ho sbagliato di nuovo. E' stata veramente dura e così mi sono complicato la vita".

Crash, Gabriele Tarquini, BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse Hyundai Elantra N TCR, Santiago Urrutia, Cyan Performance Lynk & Co Lynk & Co 03 TCR

Crash, Gabriele Tarquini, BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse Hyundai Elantra N TCR, Santiago Urrutia, Cyan Performance Lynk & Co Lynk & Co 03 TCR

Photo by: WTCR

Qualche punto è comunque arrivano nel primo round, cercando di combattere il più possibile per risalire la china, mentre il secondo è terminato all'imbuto della prima curva, in un episodio controverso dal quale il Campione 2018 prende categoricamente le distanze in termini di sportività altrui.

"Purtroppo non sono partito bene in Gara 1, perdendo 3-4 posizioni al via e pattinando troppo con le ruote. Alla prima chicane è successo subito del caos, ho cercato di stare attaccato al gruppo, ma era durissima e l'unica posizione recuperata nella prima parte è arrivata grazie alla penalità data a Monteiro. Dopo anche Tassi ha avuto problemi, ma in generale non ho superato nessuno, il che ha reso tutto molto noioso. Uscita la Safety Car di scena, ho battagliato un po' con Coronel che era più lento, ma qui non era facile passare".

"Gara 2 invece è stata troppo breve, il che è un peccato perché ero veramente partito benissimo, forse lo scatto migliore di stagione. Ho sopravanzato 3-4 auto davanti a me, dovendo anche mettere le ruote sull'erba. Sfortunatamente qualcuno mi ha centrato in pieno, sono anche convinto che l'abbia fatto apposta per rovinarmi la gara. Questo ha posto fine a tutto per me e anche per altri".

"Mi sento di dire che gli incidenti a volte possono capitare, ma in questa occasione è avvenuto di proposito. Il che mi scoccia molto, ma chiaramente sappiamo che le corse possono andare male, a volte. Detto ciò, la testa ora va a Pau-Arnos, dove penso che in Qualifica andremo meglio, così come in gara".

Il Team Principal, Gabriele Rizzo, ha aggiunto: "Siamo lieti di portare a casa la seconda vittoria della stagione e celebrare la prima del 2021 di Norbi. La sua prestazione nelle qualifiche e in Gara 2 è stata davvero impressionante, e questa affermazione è meritata e attesa da tempo".

"È stato un peccato che la gara di Gabriele sia stata rovinata da un incidente in pista. Ancora una volta non è stata data una vera penalità al colpevole, ma sappiamo che il Cinghiale tornerà a combattere. Questa vittoria dà alla nostra squadra una grande spinta che speriamo ci porti ad altri successi in Francia il prossimo fine settimana".

condividi
commenti
WTCR: un grande Michelisz trionfa con la Hyundai-BRC in Gara 2

Articolo precedente

WTCR: un grande Michelisz trionfa con la Hyundai-BRC in Gara 2

Articolo successivo

Azcona Campione nel TCR Europe con la Cupra: "Ora voglio il WTCR"

Azcona Campione nel TCR Europe con la Cupra: "Ora voglio il WTCR"
Carica i commenti