Clamoroso trionfo di Kristoffersson in Gara 3, Michelisz Campione

condividi
commenti
Clamoroso trionfo di Kristoffersson in Gara 3, Michelisz Campione
Di:
15 dic 2019, 13:48

Lo svedese rimonta dal 22° posto e beffa Azcona, Ceccon è terzo, ma il Re è l'ungherese della BRC-Hyundai che suda freddo fino al ritiro del leone Guerrieri, sfortunato in un contatto mentre era in testa.

Norbert Michelisz è Campione 2019 del FIA World Touring Car Cup al termine di una Gara 3 mozzafiato che in Malesia ha sancito la fine di una stagione altrettanto incredibile.

Il sogno iridato del suo rivale Esteban Guerrieri è durato solamente un paio di giri, con l'argentino bravissimo in partenza a soffiare il primato al poleman del BRC Racing Team, infilato anche da Mikel Azcona e con Kevin Ceccon insidioso subito dietro. Johan Kristoffersson, autore di una rimonta pazzesca dal 22° posto, in poche curve ha raggiunto il gruppetto, che si è compattato per l'ingresso della Safety Car al giro 2 a causa dell'uscita di pista da parte della Hyundai i30 N di Augusto Farfus (BRC-Lukoil).

Alla ripartenza (giro 4), Guerrieri ha provato a scappare via, ma Azcona non gli ha dato tregua. Michelisz si è invece ritrovato a perdere terreno nei confronti di Kristoffersson e con queste posizioni il titolo se lo sarebbe aggiudicato l'argentino della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport.

L'episodio chiave è arrivato alla tornata numero 5, quando Azcona ha dato la classica "spigolata" nel posteriore della Honda Civic Type R di Guerrieri; il sudamericano si è scomposto in uscita della curva 8 e andando sull'erba ha danneggiato la vettura, cominciando a perdere posizioni su posizioni.

La disperazione nei box della sua squadra e sui volti dei tecnici della JAS Motorsport ha fatto da contraltare ai sorrisi dei "vicini" della BRC-Hyundai, con Michelisz che non ha avuto più nulla da rischiare lasciando al trio Azcona-Kristoffersson-Ceccon il duello per la vittoria.

A spuntarla è stato clamorosamente lo svedese della Sébastien Loeb Racing, che quindi regala alla Volkswagen l'ultima vittoria nella serie prima del ritiro con una mossa fantastica alla curva 15 nel superare la Cupra dello spagnolo portacolori della PWR Racing.

Ceccon nel finale ha provato in ogni modo a passare Azcona, ma alla fine si deve accontentare del terzo gradino del podio con l'Alfa Romeo Giulietta Veloce del Team Mulsanne-Romeo Ferraris.

Frédéric Vervisch (Comtoyou Racing) riesce nel finale a piazzare la sua Audi RS 3 LMS quarta mettendosi dietro un Michelisz che taglia il traguardo da Campione nel tripudio dei ragazzi della BRC e di Hyundai Motorsport, rappresentati dal loro capo Andrea Adamo in versione ultras a fare giustamente festa.

Gabriele Tarquini è sesto con l'altra Hyundai del team di Cherasco, seguito dalle Honda Civic Type R di Néstor Girolami (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport) e Tiago Monteiro (KCMG).

Nono si piazza Thed Bjork, a regalare i punti che consentono alla Cyan Racing Lynk & Co di conquistare il titolo riservato ai team.

Top10 completata da Benjamin Leuchter con la seconda Volkswagen Golf GTI della Sébastien Loeb Racing, seguito dal compagno di squadra Rob Huff, Jean-Karl Vernay con l'Audi RS 3 LMS del Leopard Team WRT, dalle Lynk & Co 03 di Yvan Muller e Andy Priaulx, e dalla Cupra di Daniel Haglof.

Hafizh Syarin è subito dietro allo svedese e migliore delle wildcard, fra cui Mitchell Cheah è 19°. Douglas Khoo 21° e Joao Paulo De Oliveira ritirato.

Cla # Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari Ritirato Punti
1 14 Sweden Johan Kristoffersson
Volkswagen 14 - 25
2 96 Spain Mikel Azcona
CUPRA 14 2.026 2.026 2.026 20
3 31 Italy Kevin Ceccon
Alfa Romeo 14 2.182 2.182 0.156 16
4 22 Belgium Frédéric Vervisch
Audi 14 4.296 4.296 2.114 13
5 5 Hungary Norbert Michelisz
Hyundai 14 9.297 9.297 5.001 11
6 1 Italy Gabriele Tarquini
Hyundai 14 9.905 9.905 0.608 10
7 29 Argentina Néstor Girolami
Honda 14 13.150 13.150 3.245 9
8 18 Portugal Tiago Monteiro
Honda 14 14.737 14.737 1.587 8
9 11 Sweden Thed Björk
Lynk & Co 14 17.308 17.308 2.571 7
10 33 Germany Benjamin Leuchter
Volkswagen 14 17.807 17.807 0.499 6
11 12 United Kingdom Robert Peter Huff
Volkswagen 14 19.279 19.279 1.472 5
12 69 France Jean-Karl Vernay
Audi 14 21.373 21.373 2.094 4
13 100 France Yvan Muller
Lynk & Co 14 24.479 24.479 3.106 3
14 111 Guernsey Andy Priaulx
Lynk & Co 14 25.776 25.776 1.297 2
15 37 Sweden Daniel Haglöf
CUPRA 14 26.418 26.418 0.642 1
16 15 Hafizh Syahrin
Hyundai 14 36.567 36.567 10.149
17 68 France Yann Ehrlacher
Lynk & Co 14 36.827 36.827 0.260
18 25 Morocco Mehdi Bennani
Volkswagen 14 37.687 37.687 0.860
19 27 Mitchell Cheah
Hyundai 14 40.223 40.223 2.536
20 10 Netherlands Niels Langeveld
Audi 14 43.171 43.171 2.948
21 65 Malaysia Douglas Khoo Koh Hui
CUPRA 14 56.247 56.247 13.076
22 86 Argentina Esteban Guerrieri
Honda 14 59.437 59.437 3.190
23 55 China Ma Qing Hua
Alfa Romeo 14 1'50.645 1'50.645 51.208
dnf 38 Joao Paulo
10 4 laps Ritirato
dnf 52 United Kingdom Gordon Shedden
Audi 7 7 laps Ritirato
dnf 50 Netherlands Tom Coronel
CUPRA 5 9 laps Ritirato
dnf 8 Brazil Augusto Farfus
Hyundai 0 Ritirato
dnf 21 France Aurélien Panis
CUPRA 0 Ritirato
dnf 9 Hungary Attila Tassi
Honda 0 Ritirato
Articolo successivo
Guerrieri vince nel caos di Gara 2 a Sepang e riapre il Mondiale

Articolo precedente

Guerrieri vince nel caos di Gara 2 a Sepang e riapre il Mondiale

Articolo successivo

Azcona penalizzato, l'Alfa Romeo di Ceccon è seconda in Gara 3

Azcona penalizzato, l'Alfa Romeo di Ceccon è seconda in Gara 3
Carica i commenti