Tarquini è un fulmine: pole position per Gara 3 nel dominio Hyundai

A Marrakech è poker di i30 N TCR firmato dal "Cinghiale" che precede Muller, Michelisz e Björk, con Ehrlacher che salva l'onore di Honda. Huff e Bennani sesto e settimo, Oriola in pole per Gara 2 affiancato da Vernay, Alfa Romeo in fondo.

Tarquini è un fulmine: pole position per Gara 3 nel dominio Hyundai
Podio: Rob Huff, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Jean-Karl Vernay, Audi Sport Leopard Lukoil Team Audi RS 3 LMS
Rob Huff, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Esteban Guerrieri, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
John Filippi Team OSCARO by Campos Racing Cupra TCR
Rob Huff, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Zsolt Szabó, Zengo Motorsport Cupra TCR
Thed Björk, YMR Hyundai i30 N TCR
Denis Dupont, Comtoyou Racing Audi RS 3 LMS
Aurélien Comte, DG Sport Competition Peugeot 308TCR
Yvan Muller, YMR Hyundai i30 N TCR
Yvan Muller, YMR Hyundai i30 N TCR
Gabriele Tarquini, BRC Racing Team Hyundai i30 N TCR
Podio: il vincitore della gara Gabriele Tarquini, BRC Racing Team Hyundai i30 N TCR
Yvan Muller, YMR Hyundai i30 N TCR
Norbert Michelisz, BRC Racing Team Hyundai i30 N TCR, Thed Björk, YMR Hyundai i30 N TCR
Esteban Guerrieri, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR

Gabriele Tarquini continua ad essere un fulmine in quel di Marrakech, dove si sono svolte le Seconde Qualifiche del WTCR – FIA World Touring Car Cup.

Dopo la vittoria ottenuta in Gara 1 ieri, a Marrakech il pilota del BRC Racing Team ha conquistato anche la pole position per Gara 3 in una sessione dominata in lungo e in largo dalla Hyundai i30 N TCR.

In Q3 il "Cinghiale" è stato autore di un giro quasi perfetto e con un terzo settore da record ha preceduto per 0"080 Yvan Muller, al quale non è bastato il record nel primo settore, dovendosi così accontentare della piazza d'onore, ma comunque della prima fila.

"Questione di esperienza e velocità. Ieri era servita la prima per vincere, oggi la seconda perché bisognava veramente spingere e lottare con le altre Hyundai per prendersi la pole position. Non è stato facile perché qui si rischia sempre di commettere errori, ma sono riuscito ad ottenere una bella prestazione con un bellissimo giro", ha commentato Tarquini.

Alle loro spalle in seconda fila abbiamo gli altri concorrenti di BRC e YMR, ossia Norbert Michelisz e Thed Björk, che non sono stati brillantissimi nel loro tentativo della Q3.

Yann Ehrlacher salva invece l'onore della Honda portando la sua Civic Type R FK7 in Top5, anche se il ragazzo della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport si è beccato quasi mezzo secondo dal leader.

In Gara 3 al sesto posto vedremo scattare Rob Huff (Sébastien Loeb Racing), che con la propria Volkswagen Golf GTI TCR ha preceduto il compagno di squadra ed idolo locale Mehdi Bennani. Per il britannico però c'è la pesante colpa di un "lungo" commesso nell'ultimo tentativo che avrebbe potuto portarlo in Q3, dalla quale è rimasto fuori per 9 millesimi.

Buon ottavo posto per James Thompson con la Honda della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, mentre alle sue spalle troviamo l'Audi RS 3 LMS TCR di Jean-Karl Vernay (Leopard Lukoil Team) e la Cupra TCR di Pepe Oriola (Team OSCARO by Campos Racing), che saranno in prima fila nella griglia invertita di Gara 2, con lo spagnolo a partire in pole.

Per la partenza al palo beffati per un soffio gli altri ragazzi armati di Audi, ossia Gordon Shedden (Leopard Lukoil Team) e Frédéric Vervisch (Comtoyou Racing), rispettivamente undicesimo e dodicesimo.

La griglia invertita di Gara 2, che tiene conto dei risultati della Q2, vedrà quindi Oriola e Vernay partire davanti a Thompson, Bennani, Huff, Ehrlacher, Muller, Michelisz, Tarquini e Björk.

La Q1 è stata interrotta per circa 30' a causa dell'uscita di pista di Denis Dupont: il pilota della Comtoyou Racing/RACB è finito dritto contro le barriere della curva 1 rovinando pesantemente la propria Audi RS 3 LMS TCR.

Il belga è stato quindi inevitabilmente costretto ad alzare bandiera bianca e si ritroverà a partire dalla 21a piazza in entrambi i round odierni, sempre che la sua squadra possa riparare in tempo i danni alla vettura dei Quattro Cerchi.

Eliminati in questa prima manche, un po' a sorpresa, le Honda Civic Type R TCR FK7 di Esteban Guerrieri (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport) e Tom Coronel (Boutsen Ginion Racing), incappati nel traffico e beffati per questione di centesimi da Oriola e Shedden.

I due partiranno in settima fila davanti alla Cupra TCR di John Filippi (Team OSCARO by Campos Racing) e alla Peugeot 308 TCR di Mat'o Homola; il pilota della DG Sport Compétition ha rovinato tutto finendo contro le barriere in uscita dalla curva 5 e non ha potuto migliorare, pur riuscendo a riguadagnare i box.

A seguire abbiamo la Honda di Benjamin Lessennes (Boutsen Ginion Racing), la Peugeot di Aurélien Comte (DG Sport Compétition), Zsolt Dávid Szabó (Cupra TCR - Zengő Motorsport), Nathanaël Berthon (Audi - Comtoyou Racing) e Dupont.

Chiudono lo schieramento Norbert Nagy (Cupra TCR - Zengő Motorsport) le due Alfa Romeo Giulietta TCR di Fabrizio Giovanardi e Gianni Morbidelli, fra cui si piazza il deludente Aurélien Panis con l'ultima Audi della Comtoyou Racing.

Per i piloti del Team Mulsanne/Romeo Ferraris, seppur molto combattivi, prosegue il calvario dovuto ad una pista poco favorevole alla Giulietta e all'inevitabile superiorità degli avversari appoggiati dalle Case ufficiali. Basti guardare che il divario dalla Q2 è risultato di quasi 1", per cui il lavoro da svolgere per gli uomini portacolori del Biscione è veramente tantissimo.

Gara 2 è prevista alle ore 17;45, mentre Gara 3 si svolgerà alle 19;10. Entrambe verranno trasmesse su Eurosport.

FIA WTCR - Marrakech: Q1

FIA WTCR - Marrakech: Q2

FIA WTCR - Marrakech: Q3

condividi
commenti
Tarquini apre la nuova era del WTCR trionfando in Gara 1 a Marrakech

Articolo precedente

Tarquini apre la nuova era del WTCR trionfando in Gara 1 a Marrakech

Articolo successivo

Magistrale vittoria di Jean-Karl Vernay in Gara 2 a Marrakech

Magistrale vittoria di Jean-Karl Vernay in Gara 2 a Marrakech
Carica i commenti