Marrakech, Libere 2: doppietta Honda con Guerrieri ed Ehrlacher

Sempre su pista umida, le Civic della Münnich Motorsport hanno dettato il passo precedendo Björk, Tarquini ed Oriola. Bene Vernay, Comte porta la Peugeot in Top10, Alfa Romeo indietro, problemi per Michelisz.

Marrakech, Libere 2: doppietta Honda con Guerrieri ed Ehrlacher

A Marrakech continua a spiovigginare e questa volta sono state le nuove Honda Civic Type R TCR FK7 della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport a dettare il passo nelle Prove Libere 2 del FIA WTCR.

In Marocco il miglior tempo nella seconda sessione odierna l'ha ottenuto Esteban Guerrieri, che con il crono di 1'31"655 ha preceduto nel finale per soli 0"052 il compagno di team Yann Ehrlacher.

Continuano ad andare forte le Hyundai i30 N TCR, con Thed Björk (YMR) e Gabriele Tarquini (BRC Racing Team) a chiudere in terza e quarta posizione, seppur staccati di 3 e 5 decimi dalla vetta.

Si conferma competitivo anche Pepe Oriola con la Cupra TCR del Team OSCARO by Campos Racing, il quale si tiene alle spalle l'Audi RS 3 LMS TCR di Jean-Karl Vernay (Audi Sport Leopard Lukoil Team) e la Volkswagen Golf GTI TCR di Rob Huff (Sébastien Loeb Racing).

Rispetto alle FP1 c'è un buon miglioramento da parte di Aurélien Comte, ottavo con la Peugeot 308 TCR della DG Sport Compétition, seguito a distanza dalla Honda di Benjamin Lessennes (Boutsen Ginion Racing) e dalla seconda Audi dell'Audi Sport Leopard Lukoil Team affidata a Gordon Shedden.

Scende invece al dodicesimo posto Yvan Muller con la propria Hyundai, mentre le Alfa Romeo Giulietta TCR del Team Mulsanne/Romeo Ferraris sono più attardate: Fabrizio Giovanardi è quindicesimo e Gianni Morbidelli ventitreesimo, impegnati in un lavoro diverso rispetto alle FP1.

Non è andata meglio a Norbert Michelisz, che si è dovuto fermare dopo pochi minuti per un problema accusato dalla sua Hyundai. Il pilota del BRC Racing Team ha dovuto quindi arrendersi e rinunciare alle prove, senza aver segnato alcun tempo cronometrato e causando anche la momentanea interruzione per consentire la rimozione della i30 rosso-azzurra.

Ancora qualche rischio corso dai piloti, specialmente nelle curve 3 e 10, con "lunghi" di Vernay, Lessennes, Muller, John Filippi, James Thompson e Nathanaël Berthon.

Esteban Guerrieri: "E' stato difficile per tutti, anche perché la pista cambiava in continuazione. Comunque siamo riusciti a migliorare, nonostante il traffico. Restiamo molto concentrati per le Qualifiche e vediamo cosa accadrà".

condividi
commenti
Marrakech, Libere 1: le Hyundai di Björk e Muller volano sull'acqua
Articolo precedente

Marrakech, Libere 1: le Hyundai di Björk e Muller volano sull'acqua

Articolo successivo

A Marrakech splende un raggio di... Björk: pole per Gara 1

A Marrakech splende un raggio di... Björk: pole per Gara 1
Carica i commenti