WTCR
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
13 dic
-
15 dic
Prossimo evento tra
04 Ore
:
14 Minuti
:
10 Secondi

Macau: Muller vince Gara 1, Michelisz torna leader del WTCR

condividi
commenti
Macau: Muller vince Gara 1, Michelisz torna leader del WTCR
Di:
16 nov 2019, 07:42

Il francese non sbaglia nulla nonostante le pressioni dell'ungherese, mentre in Lynk & Co sacrificano Priaulx ed Ehrlacher per far salire quinto Björk. Ceccon è terzo con l'Alfa Romeo davanti ad Huff, Tarquini nono, ottimo Vervisch, fuori Guerrieri e Ma.

Yvan Muller non si arrende per niente nella lotta per il titolo e vince autorevolmente Gara 1 del FIA WTCR a Macao battendo Norbert Michelisz negli otto giri previsti, dove incredibilmente non ci sono state Safety Car. Sui 6,12 km del Circuito da Guia, il pilota della Cyan Racing - autore della pole position - è stato perfetto fin dallo spegnimento dei semafori, tenendo la propria 03 davanti alla Hyundai i30 N dell'aggressivo rivale della BRC fino alla bandiera a scacchi.

Al via la velocità delle Lynk & Co ha consentito ad Andy Priaulx di restare terzo con la 03 della Cyan Performance, seguito da quella del suo compagno di squadra Yann Ehrlacher, che ha superato Kevin Ceccon, mentre Rob Huff ha scavalcato Thed Björk, con Gabriele Tarquini rimasto ottavo davanti all'indiavolato Frédéric Vervisch e a Nicky Catsburg.

Muller non ha ceduto di un millimetro e alla fine va a prendersi una vittoria preziosissima in termini di lotta per il titolo, dato che si tiene dietro Michelisz (nuovo leader della serie), mentre Esteban Guerrieri, partito ultimo per il cambio del motore sulla Honda Civic Type R della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, ha preferito alzare bandiera bianca al giro 6 non riuscendo a risalire la china.

In casa Cyan Racing/Performance hanno invece giocato ogni carta possibile per far guadagnare punti a Björk, imponendo a Priaulx ed Ehrlacher il sacrificio di farsi da parte nel corso della gara. Per il francese si è trattato di lasciare strada addirittura a Ceccon e Huff prima di vedere sfilare lo svedese, mentre l'inglese deve rinunciare ad un podio fino a quel momento meritatissimo, ceduto a Ceccon a due curve dal termine.

Per il bergamasco del Team Mulsanne-Romeo Ferraris è un'altra grande prova al volante della Alfa Romeo Giulietta Veloce, confermando il suo agio sui circuiti cittadini, sfoggiando una bella prestazione che lo ha visto più volte insidiare le Lynk & Co nel corso del primo round del weekend macanese.

Huff giunge quarto ed è il migliore dei piloti della Sébastien Loeb Racing armati di Volkswagen Golf GTI, seguito da Björk, Priaulx e un Vervisch grande protagonista di sorpassi a ripetizione con l'Audi RS 3 LMS della Comtoyou Racing, passando Ehrlacher e la Hyundai i30 N di Tarquini tra il giro 4 e il giro 5. Il "Cinghiale" precede il collega della BRC-Lukoil Catsburg, seguito dalla Volkswagen Golf GTI di Johan Kristoffersson (Sébastien Loeb Racing) e dalle Cupra di Aurélien Panis (Comtoyou Racing) e Robert Dahlgren (PWR Racing).

In zona punti terminano anche le Honda Civic Type R di ALL-INKL.COM Münnich Motorsport e KCMG affidate a Néstor Girolami e Tiago Monteiro, che battono il debuttante a Macao, Luca Engstler (Hyundai, BRC-Lukoil).

La "Lisboa" ha invece visto finire fuori Jean-Karl Vernay (Audi - Leopard), Mikel Azcona (Cupra - PWR Racing), Benjamin Leuchter (Volkswagen - SLR), Ma Qing Hua (Alfa Romeo) e Niels Langeveld (Audi - Comtoyou) senza dover neutralizzare la gara.

In classifica piloti, Michelisz ritrova la leadership a quota 306 punti, superando Guerrieri che resta a 288, mentre risalgono Muller a 270 e Björk a 259, con Tarquini quinto a 200.

Fra i team è ancora lotta apertissima tra Cyan Lynk & Co (529 punti), BRC Hyundai N Squadra Corse (506) e ALL-INKL.COM Münnich Motorsport (486).

Cla # Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari Ritirato Punti
1 100 France Yvan Muller
Lynk & Co 8 20'30.047 144.2 25
2 5 Hungary Norbert Michelisz
Hyundai 8 20'30.452 0.405 0.405 144.5 20
3 31 Italy Kevin Ceccon
Alfa Romeo 8 20'31.691 1.644 1.239 144.6 16
4 12 United Kingdom Robert Peter Huff
Volkswagen 8 20'32.200 2.153 0.509 144.7 13
5 11 Sweden Thed Björk
Lynk & Co 8 20'32.929 2.882 0.729 145.0 11
6 111 Guernsey Andy Priaulx
Lynk & Co 8 20'33.216 3.169 0.287 144.5 10
7 22 Belgium Frédéric Vervisch
Audi 8 20'33.444 3.397 0.228 145.1 9
8 68 France Yann Ehrlacher
Lynk & Co 8 20'34.751 4.704 1.307 144.5 8
9 1 Italy Gabriele Tarquini
Hyundai 8 20'34.965 4.918 0.214 144.7 7
10 88 Netherlands Nick Catsburg
Hyundai 8 20'35.968 5.921 1.003 144.5 6
11 14 Sweden Johan Kristoffersson
Volkswagen 8 20'36.623 6.576 0.655 144.3 5
12 21 France Aurélien Panis
CUPRA 8 20'38.221 8.174 1.598 144.5 4
13 2 Sweden Robert Dahlgren
CUPRA 8 20'40.202 10.155 1.981 144.0 3
14 29 Argentina Néstor Girolami
Honda 8 20'42.181 12.134 1.979 144.1 2
15 18 Portugal Tiago Monteiro
Honda 8 20'42.993 12.946 0.812 144.2 1
16 6 Germany Luca Engstler
Hyundai 8 20'43.590 13.543 0.597 144.5
17 25 Morocco Mehdi Bennani
Volkswagen 8 20'44.014 13.967 0.424 144.1
18 9 Hungary Attila Tassi
Honda 8 20'50.755 20.708 6.741 143.6
19 96 Spain Mikel Azcona
CUPRA 8 20'57.246 27.199 6.491 144.0
20 50 Netherlands Tom Coronel
CUPRA 8 20'58.793 28.746 1.547 143.3
21 69 France Jean-Karl Vernay
Audi 8 21'04.868 34.821 6.075 144.8
22 33 Germany Benjamin Leuchter
Volkswagen 8 21'10.371 40.324 5.503 144.0
23 36 Lo Kai
Audi 8 21'15.814 45.767 5.443 141.6
24 86 Argentina Esteban Guerrieri
Honda 7 21'24.049 1 Lap 1 Lap 143.6
dnf 10 Netherlands Niels Langeveld
Audi 5 13'08.954 3 Laps 2 Laps 143.8 Ritirato
dnf 55 China Ma Qing Hua
Alfa Romeo 5 13'09.653 3 Laps 0.699 143.8 Ritirato
Articolo successivo
Macau: Guerrieri penalizzato, perde la pole di Gara 2 del WTCR

Articolo precedente

Macau: Guerrieri penalizzato, perde la pole di Gara 2 del WTCR

Articolo successivo

Macau: con Muller-Björk è doppietta Lynk & Co in Gara 2 del WTCR

Macau: con Muller-Björk è doppietta Lynk & Co in Gara 2 del WTCR
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie TCR , WTCR
Evento Macau
Sotto-evento Gara 1
Location Circuito da Guia
Autore Francesco Corghi