L'imbattibile Thed Björk domina la tripletta Hyundai di Gara 3 a Vila Real

condividi
commenti
L'imbattibile Thed Björk domina la tripletta Hyundai di Gara 3 a Vila Real
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
24 giu 2018, 17:23

Lo svedese della YMR guida dal primo all'ultimo giro davanti a Tarquini e Michelisz, con Oriola e Homola bravi in Top5. Safety Car protagonista più volte a rimescolare le carte dei "Joker Lap", ci guadagnano Vervisch e Lessennes, mentre Muller è fuori dai punti.

Thed Björk si è confermato più forte di tutto e tutti in Gara 3 del WTCR a Vila Real, dove lo svedese ha trionfato al termine di un round dominato e più volte interrotto dall'ingresso della Safety Car che avrebbe potuto beffarlo.

Al pilota della Yvan Muller Racing è andata benissimo la tattica di effettuare il "Joker Lap" al giro 3, quando con la sua Hyundai i30 N TCR aveva nettamente staccato gli avversari rifilandogli già 4", anche perché da quel momento in poi la vettura di sicurezza è dovuta intervenire a causa di auto ferme sul tracciato, annullando il margine del Campione WTCC 2017 e favorendo chi, come lui, il passaggio dal percorso alternativo lo aveva già scontato.

Ad esempio, non ha avuto altrettanta fortuna il suo compagno di squadra Yvan Muller, il quale si ritrova addirittura fuori dalla zona punti proprio per via del "Joker Lap" effettuato all'ultimo giro disponibile.

La Safety Car è entrata in azione per la prima volta alla tornata numero 5 per consentire la rimozione della Cupra TCR di Norbert Nagy (Zengo Motorsport), poi una seconda volta quando al giro 10 Fabrizio Giovanardi ha rotto la sospensione anteriore destra della sua Alfa Romeo Giulietta TCR proprio saltando sul cordolo della chicane del "Joker Lap". Una grande beffa per il pilota del Team Mulsanne/Romeo Ferraris, in quel momento in piena lotta per prendere i primi punti della stagione essendo undicesimo.

A quel punto, oltre a Björk, il "Joker Lap" lo avevano fatto Frédéric Vervisch e Benjamin Lessennes, che ritrovandosi in scia al gruppo dei primi dieci (ancora senza "Joker Lap") hanno potuto guadagnare posizioni appena gli altri hanno preso la via secondaria. Lo stesso beneficio poteva averlo anche John Filippi, ritiratosi con la Cupra TCR del Team OSCARO by Campos Racing proprio mentre la vettura di sicurezza stava per tornare ai box.

Non c'è stata bandiera verde per molto, dato che alla ripartenza Gordon Shedden ha rotto la trasmissione della sua Audi RS 3 LMS TCR fermandosi dopo la curva 6; per lo scozzese del Leopard Lukoil Team sfuma così un piazzamento a punti fino a quel momento meritato.

Mentre Björk ha tagliato in solitaria il traguardo, alle sue spalle l'ultimo giro ha visto un trenino di auto percorrere il "Joker Lap" e qualcuno ci ha inevitabilmente rimesso posizioni. Si salvano i piloti del BRC Racing Team, Gabriele Tarquini e Norbert Michelisz, sul podio con le rispettive Hyundai i30 N TCR dopo che il "Cinghiale" ha soffiato la piazza d'onore in partenza a "Norbi", sofferente per un infortunio alla mano destra riportato nel botto di ieri.

L'ungherese si è tenuto dietro per lunghi tratta la Cupra TCR di un Pepe Oriola davvero in palla, ma lo spagnolo del Team OSCARO by Campos Racing resta questa volta giù dal podio dove era salito nei due round precedenti.

Top5 per l'ottimo Mat'o Homola, ancora competitivo sulla Peugeot 308 TCR della DG Sport Compétition con cui ha conquistato il successo in Gara 2, mentre alle sue spalle risale Vervisch con l'Audi RS 3 LMS TCR della Comtoyou Racing, beneficiando del "Joker Lap" effettuato prima degli altri.

Ci rimette una posizione Yann Ehrlacher, settimo al volante della Honda Civic Type R TCR FK7 della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, così come Aurélien Panis con l'altra Audi RS 3 LMS TCR della Comtoyou Racing, a lungo dietro al francese minaccioso e poi nono superato al "Joker Lap" dalla Honda della Boutsen Ginion Racing di Lessennes.

Il rientro in Top10 dei due belgi Vervisch e Lessennes beffa Muller, undicesimo e autore di un ultimo disperato tentativo di sorpasso su Jean-Karl Vernay alla chicane 11-12-13 toccando il posteriore dell'Audi griffata Leopard Lukoil del transalpino che è quindi a punti.

Dopo i danni riportati in Gara 2, è riuscito a schierarsi Esteban Guerrieri, che però non è andato oltre il 13° posto con seconda Honda Civic Type R TCR FK7 della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, piazzandosi dietro alla wildcard Edgar Florindo (Cupra TCR - Veloso Motorsport).

Cla # Pilota Chassis Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 11 Sweden Thed Björk Hyundai 8 2'02.964     139.797
2 5 Hungary Norbert Michelisz Hyundai 8 2'03.810 0.846 0.846 138.841
3 22 Belgium Frédéric Vervisch Audi 9 2'03.848 0.884 0.038 138.799
4 70 Slovakia Mat'o Homola Peugeot 8 2'03.859 0.895 0.011 138.786
5 21 France Aurélien Panis Audi 9 2'03.915 0.951 0.056 138.724
6 30 Italy Gabriele Tarquini Hyundai 8 2'03.940 0.976 0.025 138.696
7 74 Spain Pepe Oriola Seat 8 2'03.985 1.021 0.045 138.645
8 48 France Yvan Muller Hyundai 9 2'04.137 1.173 0.152 138.476
9 27 France John Filippi Seat 9 2'04.144 1.180 0.007 138.468
10 68 France Yann Ehrlacher Honda 9 2'04.171 1.207 0.027 138.438
11 52 United Kingdom Gordon Shedden Audi 9 2'04.220 1.256 0.049 138.383
12 69 France Jean-Karl Vernay Audi 9 2'04.235 1.271 0.015 138.366
13 88 Fabrizio Giovanardi Alfa Romeo 8 2'04.526 1.562 0.291 138.043
14 63 Benjamin Lessennes Honda 8 2'04.592 1.628 0.066 137.970
15 86 Argentina Esteban Guerrieri Honda 7 2'05.138 2.174 0.546 137.368
16 20 Belgium Denis Dupont Audi 8 2'05.444 2.480 0.306 137.033
17 13 Edgar Florindo Seat 7 2'05.477 2.513 0.033 136.997
18 26 José Rodrigues Honda 8 2'05.530 2.566 0.053 136.939
19 23 France Nathanaël Berthon Audi 7 2'05.541 2.577 0.011 136.927
20 8 Hungary Norbert Nágy Seat 2 2'06.057 3.093 0.516 136.366
21 9 Netherlands Tom Coronel Honda 2 2'08.126 5.162 2.069 134.164

 

Prossimo articolo WTCR
Bennani: "Un botto da 14G verticali e 12G laterali, sono un po' scosso!"

Previous article

Bennani: "Un botto da 14G verticali e 12G laterali, sono un po' scosso!"

Next article

Homola regala il bis alla Peugeot con la vittoria di Gara 2 a Vila Real

Homola regala il bis alla Peugeot con la vittoria di Gara 2 a Vila Real