Le Alfa Romeo alla conquista della Cina: "Vogliamo portare a casa altri punti"

condividi
commenti
Le Alfa Romeo alla conquista della Cina:
Di: Francesco Corghi
27 set 2018, 16:15

Le Giulietta TCR del Team Mulsanne-Romeo Ferraris saranno in azione nel weekend nelle mani di Giovanardi e Ceccon, che in Slovacchia hanno centrato la prima Top10 dell'anno e anche a Ningbo vogliono proseguire la striscia positiva.

Nel prossimo fine settimana il FIA WTCR torna in azione per il settimo appuntamento stagionale sul circuito cinese di Ningbo, iniziando l'appassionante volata finale nel continente asiatico, dove la Romeo Ferraris sarà presente con le Alfa Romeo Giulietta TCR del Team Mulsanne.

Inaugurato nel 2017, il tracciato di Ningbo sarà una novità assoluta per l'intera scuderia, che sfrutterà i due turni liberi del venerdì per definire il set-up delle proprie Alfa Romeo. Fabrizio Giovanardi continuerà ad essere affiancato da Kevin Ceccon, che dopo l'esordio iridato in Slovacchia continuerà l'avventura sulla Giulietta fino al termine della stagione, compresa l'affascinante sfida conclusiva di Macao il 17-18 novembre.

Subito dopo Ningbo, invece, il 6-7 ottobre il WTCR sarà ancora di scena in Cina sul tracciato cittadino di Wuhan: una vetrina molto attesa da Romeo Ferraris, già presente su questo importante mercato grazie ai clienti che hanno deciso di puntare sulla Alfa Romeo Giulietta.

Michela Cerruti, Romeo Ferraris Operations Manager: "Siamo pronti a tornare sul palcoscenico iridato del FIA WTCR, dopo una pausa estiva che ha visto comunque le nostre vetture e i nostri piloti in pista nella serie italiana e nel TCR europeo. Ningbo per noi sarà un circuito tutto da scoprire, motivo per cui molti dei nostri avversari partiranno con un po' di vantaggio, ma cercheremo di sfruttare al massimo il tempo disponibile nelle prove per prepararci in vista di qualifiche e gare. L'obiettivo è raccogliere altri punti importanti con Fabrizio e Kevin, dopo aver finalmente raccolto i primi frutti del nostro lavoro in Slovacchia. Ci teniamo a far bella figura su un mercato così importante come quello cinese, dove siamo già stati capaci di esportare la nostra vettura".

Prossimo articolo WTCR
Pesi di compensazione: a Ningbo 60kg per Hyundai e Volkswagen, nessuna zavorra alle Alfa Romeo

Articolo precedente

Pesi di compensazione: a Ningbo 60kg per Hyundai e Volkswagen, nessuna zavorra alle Alfa Romeo

Articolo successivo

Ningbo, Libere 1: le Hyundai di Björk e Michelisz al comando

Ningbo, Libere 1: le Hyundai di Björk e Michelisz al comando
Carica i commenti