Honda: Ehrlacher ottimo a Marrakech, Guerrieri subisce una "Filippata"

Il francese ha centrato due bei quarti posti in Marocco, mentre l'argentino si è toccato con Filippi (e Bennani) e non gliele manda a dire. Anche Thompson debutta bene con la Civic Type R TCR FK7 nonostante le bagarre al via.

Honda: Ehrlacher ottimo a Marrakech, Guerrieri subisce una "Filippata"
James Thompson, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Esteban Guerrieri, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
James Thompson, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
James Thompson, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Esteban Guerrieri, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
James Thompson, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR, Esteban Guerrieri, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
James Thompson, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Esteban Guerrieri, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR

Yann Ehrlacher torna a casa da Marrakech contento del suo debutto con la Honda, con la quale ha centrato due quarti posti nel weekend della WTCR AFRIQUIA Race of Morocco.

Dopo aver concluso settimo in Gara 1, il pilota della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport si è fermato ai piedi del podio nei due round domenicali, dimostrando di essere il migliore delle Civic Type R TCR FK7 presenti in pista.

“In Gara 1 sono partito 12° risalendo fino all'8° posto, ma i sorpassi non erano semplici qui, dato che eravamo su un cittadino - ha dichiarato il francese - Al via ho evitato il caos guadagnando posizioni, sfruttando anche qualche problema di Guerrieri. In Gara 2 e 3 ho finito per due volte quarto e ovviamente sono molto contento. Il via di Gara 2 mi è piaciuto particolarmente perché all'esterno ho sfruttato lo spazio risalendo dal 6° al 4° posto. Inoltre il passo era ottimo e potevo stare attaccato a chi mi precedeva".

“Non sono stato altrettanto felice della qualifica di sabato, ma il team ha svolto un lavoro fantastico per rendere l'auto migliore e ho ritrovato la confidenza giusta per poter spingere e arrivare in Q3 domenica. Da quel momento tutto è andato benissimo".

In casa ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, Esteban Guerrieri e James Thompson non hanno invece brillato, seppur siano finiti in zona punti. L'argentino in Gara 2 ha rimontato dal 13° all'8° posto, mentre Gara 3 si è conclusa quando è venuto a contatto con John Filippi. Il britannico ha centrato un sesto posto come miglior risultato in Gara 2.

“In Gara 1 le cose non sono andate malissimo, ho comunque chiuso a punti - spiega Guerrieri - Partendo 6° ero ottimista, ma Mehdi Bennani mi ha tamponato alla curva 1 facendomi perdere parecchie posizioni. I danni hanno influito sul bilanciamento della macchina e non avevo più quella potenza per attaccare".

“Domenica abbiamo visto quanto il WTCR possa rivelarsi competitivo quest'anno. In Q2 ho perso la partenza davanti nella griglia invertita per 3 centesimi e il resto della giornata è stato durissimo. In Gara 2 mi ha fatto piacere chiudere a punti partendo 12°, ho fatto dei bei sorpassi. Anche in Gara 3 ero scattato bene, poi ho subìto una "Filippata" da John..."

Thompson ha aggiunto: "Sabato sono stato contento del passo che abbiamo avuto per tutta la giornata, in Gara 1 sono partito 10° e volevo prendere punti, ma al via c'è stata confuzione. Frédéric Vervisch mi ha tamponato e ha continuato a spingermi fuori pista, per cui ho dovuto fermarmi e girarmi per rientrare sul tracciato".

“In Gara 2 potevo fare di più, ma Pepe Oriola mi ha stretto contro il muro della corsia box e ho dovuto alzare il piede per non creare un groviglio. Domenica ho comunque terminato in Top10, un risultato incredibile se penso che due settimane fa nemmeno sapevo che avrei corso con la Honda nel WTCR. In generale mi sono trovato bene e lo si è visto dal passo".

 

 

condividi
commenti
Debutto a denti stretti per Morbidelli e Giovanardi con le Alfa Romeo

Articolo precedente

Debutto a denti stretti per Morbidelli e Giovanardi con le Alfa Romeo

Articolo successivo

A Budapest corre anche Dániel Nagy con la Hyundai della M1RA

A Budapest corre anche Dániel Nagy con la Hyundai della M1RA
Carica i commenti