Ehrlacher vince Gara 1, primo podio per Comte con la Peugeot

condividi
commenti
Ehrlacher vince Gara 1, primo podio per Comte con la Peugeot
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
20 mag 2018, 15:47

Il pilota della Münnich Motorsport è perfetto e con la sua Honda precede l'ottimo francese sulla 308. Huff scivola 3° e si difende dalle Audi di Shedden e Vernay. Punti per Guerrieri, out Tarquini, Michelisz e Muller, Björk lontanissimo, ok Morbidelli.

James Thompson, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR, Rob Huff, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Rob Huff, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Aurélien Comte, DG Sport Competition Peugeot 308TCR
Michelisz - Muller-WTCR
Il vincitore della gara Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Bernhard van Oranje, Bas Koeten Racing Audi RS3 LMS
Gianni Morbidelli, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Tom Coronel, Boutsen Ginion Racing Honda Civic Type R TCR
Thed Björk, YMR Hyundai i30 N TCR
John Filippi Team OSCARO by Campos Racing Cupra TCR
Aurélien Panis, Comtoyou Racing Audi RS 3 LMS
Norbert Nagy, Zengo Motorsport Cupra TCR
Gordon Shedden, Audi Sport Leopard Lukoil Team Audi RS 3 LMS
Tom Coronel, Boutsen Ginion Racing Honda Civic Type R TCR

Yann Ehrlacher ha ottenuto un grande successo in Gara 1 del WTCR a Zandvoort, dove c'è grandissima festa anche in casa DG Sport Compétition per il primo podio di Aurélien Comte con la Peugeot 308 TCR.

Ehrlacher è scattato benissimo la via bruciando il poleman Rob Huff, così come Comte. I due hanno cercato subito di scappare via, mentre il britannico della Sébastien Loeb Racing si è ritrovato inseguito dall'Audi RS 3 LMS TCR di Gordon Shedden (Leopard Lukoil Team), a sua volta non brillantissimo in partenza.

Dopo poche curve, però, la gara è stata sospesa per una collisione avvenuta fra le Hyundai i30 N TCR di Norbert Michelisz (BRC Racing Team) e Yvan Muller, con il francese rimasto a cavalcioni del guard rail alla curva 3.

Sono serviti diversi minuti per rimuovere le macchine e riparare le barriere, poi si è ripreso a lottare con Ehrlacher che al volante della Honda Civic Type R TCR FK7 preparata dalla ALL-INKL.COM Münnich Motorsport ha preso il largo inseguito da Comte, Huff, Shedden e Benjamin Lessennes (Honda - Boutsen Ginion Racing). Quest'ultimo ha però lasciato la scena agli altri, dato che era partito in anticipo al via e quindi ha dovuto scontare un Drive-Through che lo ha fatto sprofondare nelle retrovie.

Subito fuori anche l'Audi RS 3 LMS TCR di Frédéric Vervisch (Comtoyou Racing), il quale ha lasciato via libera all'Audi di Jean-Karl Vernay, che rapidamente ha ricucito lo strappo che lo separava dal compagno di squadra Shedden. Lo scozzese nel frattempo ha tentato l'attacco ad Huff al decimo giro, ma l'inglese ha riportato davanti la sua Volkswagen Golf GTI TCR senza più mollare il podio.

Le posizioni sono rimaste pressoché congelate, anche quando la Safety Car è dovuta tornare in azione per rimuovere l'Alfa Romeo Giulietta TCR di Fabrizio Giovanardi (Team Mulsanne/Romeo Ferraris), finito contro il muro alla curva 3 dopo essere stato colpito dalla Cupra TCR di Zsolt Szabó (Zengő Motorsport) mentre i due combattevano per il 16° posto.

Con due giri da percorrere, Ehrlacher è tornato a fuggire, Comte ha controllato alle sue spalle dopo averlo inzialmente insidiato, Huff si è invece scrollato di dosso le Audi di Shedden e Vernay, mentre Esteban Guerrieri ha chiuso sesto con la seconda Honda Civic Type R TCR FK7 della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport.

A seguire troviamo l'idolo locale Tom Coronel (Honda Civic Type R TCR FK7 - Boutsen Ginion Racing), bravo a chiudere tutte le porte alla Volkswagen Golf GTI TCR di Mehdi Bennani (Sébastien Loeb Racing) e alle Audi RS 3 LMS TCR della Comtoyou Racing condotte da Nathanaël Berthon ed Aurélien Panis, ultimi della Top10 davanti al compagno di squadra Denis Dupont, alla Honda di James Thompson e all'Alfa Romeo di un Gianni Morbidelli (Team Mulsanne/Romeo Ferraris) apparso in palla e autore di un buon recupero con alcuni sorpassi.

Il pesarese precede l'unica Hyundai i30 N TCR rimasta in gara, ossia quella di Thed Björk (Yvan Muller Racing), dato che Gabriele Tarquini si è ritirato nel corso del nono giro rientrando ai box. Problemi a parte di casa BRC, anche sul passo gara le i30 hanno mostrato una sofferenza immane causata dal BoP, con il Campione WTCC 2017 e il "Cinghiale" mai in grado di rimontare.

La miglior Cupra TCR è invece 15a con John Filippi (Team OSCARO by Campos Racing), seguita dalle due della Zengő Motorsport condotte da Szabó e Norbert Nagy. Fuori Pepe Oriola.

Malissimo le due wildcard schierate dalla Bas Koeten Racing: Michael Verhagen è penultimo, davanti solamente all'Audi del compagno di squadra, il Principe Bernhard Van Oranje-Nassau, che oltretutto è partito prima al via beccandosi l'inevitabile Drive-Through.

Essendo in Olanda festa per Pentecoste, si corre anche domani: alle 8;30 si svolgerà la Seconda Qualifica, poi avremo Gara 2 alle ore 12;15 e Gara 3 alle 16;35.

FIA WTCR - Zandvoort: Gara 1

 

Articolo successivo
Michelisz fa volare Muller sulle barriere a Zandvoort!

Articolo precedente

Michelisz fa volare Muller sulle barriere a Zandvoort!

Articolo successivo

Michelisz si becca 10 posizioni di penalità in griglia per l'incidente con Muller

Michelisz si becca 10 posizioni di penalità in griglia per l'incidente con Muller
Carica i commenti