WTCR
13 set
-
15 set
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
1 giorno
13 dic
-
15 dic
Prossimo evento tra
30 giorni

Bennani e Huff sul podio a Marrakech: "Ci siamo anche noi"

condividi
commenti
Bennani e Huff sul podio a Marrakech: "Ci siamo anche noi"
Di:
9 apr 2018, 11:20

Il marocchino e il britannico hanno centrato il secondo e terzo posto con la Golf della Sébastien Loeb Racing con cui puntano a togliersi parecchie soddisfazioni.

Podio: Rob Huff, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Podio: il secondo classificato Mehdi Bennani, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Rob Huff, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Rob Huff, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Rob Huff, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Rob Huff, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Rob Huff, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Rob Huff, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Mehdi Bennani, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Mehdi Bennani, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR

Mehdi Bennani e Rob Huff sono saliti sul podio nel primo weekend del WTCR – FIA World Touring Car Cup a Marrakech, a conferma che potranno essere protagonisti della stagione 2018.

Il marocchino è giunto secondo in Gara 2 della WTCR AFRIQUIA Race of Morocco al debutto con la Volkswagen Golf GTI TCR della Sébastien Loeb Racing.

"Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato per portare il WTCR a Marrakech e il team per il grandissimo lavoro svolto - ha dichiarato Bennani - Per me è un ottimo inizio, dovevamo partire bene e salire sul podio fin da subito è la conferma che possiamo giocarcela. E' stata dura perché in tutte le gare sono dovuto partire da centro gruppo ed evitare contatti. Qualcuno ovviamente c'è stato, ma sono comunque riuscito a finire tutte le gare e a prendere punti".

"Secondo me è andata benissimo perché abbiamo dimostrato alla gente che ha scommesso e creduto su di noi che siamo in grado di vincere. Li ringrazio e credo che un secondo posto sia una bella ricompensa".

In realtà l'idolo locale nel primo round ha chiuso nono per una penalità di 30" dovuta al contatto della partenza con la Honda di Esteban Guerrieri. In Gara 2 c'è stato un pronto riscatto, ma l'Audi di Jean-Karl Vernay era veramente impossibile da superare.

"Credo sia stato molto preciso e veloce, gli faccio i complimenti perché si è meritato la vittoria. Ho cercato un'opportunità per superarlo, ma sapeva benissimo cosa doveva fare e c'è riuscito".

"Il contatto con Guerrieri è stato un episodio di gara, purtroppo tutti quelli davanti a me hanno frenato prima e non me l'aspettavo. Non ho potuto fare nulla per evitarlo, ma le nostre gare sono così. C'è una grande atmosfera e siamo una bella famiglia, sono subito andato a chiedergli scusa, seppur fosse arrabbiato. Penso che abbia capito che non l'ho fatto apposta".

Soddisfatto anche Huff, che nella giornata di sabato aveva chiuso terzo in Gara 1.

"Il weekend era partito benissimo con una buona Prima Qualifica e il podio nel primo round - ha detto il britannico - Anche nella Seconda Qualifica è andata bene, ma purtroppo in Gara 2 ho forato e perso parecchi punti. In Gara 3 sono partito un po' a rilento, ma ho cercato di non fare danni perché avevo dietro a me il mio compagno di squadra. Sono rimasto molto colpito dalla bravura del team e dal lavoro che hanno svolto, ora possiamo guardare con fiducia alle gare di Budapest".

Articolo successivo
Il sogno di Tarquini: "Hyundai fantastica, spero di continuare così"

Articolo precedente

Il sogno di Tarquini: "Hyundai fantastica, spero di continuare così"

Articolo successivo

Vernay, la testa prima di tutto: "Non mi aspettavo di vincere subito"

Vernay, la testa prima di tutto: "Non mi aspettavo di vincere subito"
Carica i commenti