Altro podio per Tarquini: "Grande prova con una Hyundai pesante"

Il 'Cinghiale' centra un ottimo terzo posto a Pau-Arnos nonostante la zavorra sulla sua Elantra griffata BRC e si mostra soddisfatto per i risultati e la vittoria del collega Vernay.

Altro podio per Tarquini: "Grande prova con una Hyundai pesante"

Torna sul podio Gabriele Tarquini e lo fa probabilmente in una delle gare più difficili della stagione del FIA WTCR.

Il terzo posto conseguito dal "Cinghiale" nel secondo round sull'ostico tracciato di Pau-Arnos è frutto dell'ottima partenza dalla seconda fila della Top10 invertita, dopo che sabato si era qualificato ottavo.

"Diciamo pure che le Qualifiche sono andate meglio rispetto a Most, dato che sono in Top10, dunque mi sono guadagnato la possibilità di partire terzo per Gara 1 - spiega l'alfiere della BRC Hyundai N Lukoil Squadra Corse - Sapevo che sarebbe stata una lotta serrata fin dalla curva 1, per cui diventava fondamentale avere un buono scatto, specialmente nella prima gara".

Al via Tarquini si è subito messo all'inseguimento di Frédéric Vervisch e Thed Björk, ma senza trovare lo spazio per portare più su la propria Hyundai Elantra N.

In Gara 2 l'abruzzese riesce invece a chiudere con un buonissimo ottavo posto, che se sulla carta non potrebbe sembrare gran che, in realtà è sinonimo di un 'salvataggio' non da poco del proprio mezzo, visto che tra spinte, incidenti e sportellate ne sono successe di tutti i colori, specialmente negli ultimi giri quando i piloti della Cyan-Lynk & Co le hanno provate tutte pur di recuperare terreno.

Questo comunque non lo lascia deluso, anche perché da ottimo uomo-squadra, il veterano di Giulianova si è complimentato con il collega Jean-Karl Vernay per il successo che lo mette come primo uomo della Casa coreana in lizza per l'iride.

"Non è stato un brutto weekend, soprattutto se vediamo quello che ha fatto Jean-Karl. E' stato fantastico prendendo punti nella prima gara e vincendo la seconda. Dispiace per come era andata a Most, dato che avevamo perso tanto, ma ora ci siamo avvicinati ai primi, che è quello che contava".

"In generale sono felice per come sono andate le Hyundai, dato che avevamo le auto più pesanti, che su questo circuito tortuoso e lento è abbastanza difficile portare un sacco di peso a bordo, ma in questa situazione la macchina ha avuto ugualmente un ritmo incredibile, soprattutto in qualifica. Non è stato altrettanto buono in gara, ma abbiamo lottato duramente".

"È fantastico essere riuscito ad ottenere il mio secondo podio stagionale dopo la vittoria in Spagna. La prossima gara è il mio evento di casa, quindi non vedo l'ora di incontrare i fan ad Adria e regalare loro qualche buon risultato".

Norbert Michelisz, BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse Hyundai Elantra N TCR

Norbert Michelisz, BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse Hyundai Elantra N TCR

Photo by: WTCR

Dopo una grande Qualifica, non è andata altrettanto bene a Norbert Michelisz, che specialmente in Gara 2 ha subìto gli attacchi gratuiti e al limite della correttezza da parte dei piloti Lynk & Co.

"E' un fine settimana agrodolce perché in generale è stato un evento positivo e abbiamo ottenuto un sacco di punti - dice l'ungherese - Sono stato molto contento delle mie prestazioni in qualifica e in gara, ma sono deluso per il cedimento degli pneumatici in Gara 2. Non siamo sicuri di cosa abbia causato il danno, dato che non sono andato largo o finito su detriti. Questo ha portato ad una grande lotta alla fine per mantenere gli altri dietro. Sono deluso di aver mancato il podio, ma la mia prestazione è stata buona e abbiamo ottenuto punti importanti".

Il team principal, Gabriele Rizzo, ha aggiunto: "Abbiamo avuto due fine settimana consecutivi di successo, con Gabriele che ha portato a casa un altro podio; un'impresa essere riusciti a posizionare entrambi i piloti nella Top 10 sia nelle qualifiche che nelle gare. Norbi è stato particolarmente forte, stabilendo un tempo da Top3 in tutte le sessioni di Qualifica. Essere al vertice delle nostre prestazioni in un circuito totalmente nuovo per tutti è una doppia soddisfazione per la squadra perché dimostra che abbiamo gestito il maggior numero di incognite meglio degli altri".

"La prestazione che le Hyundai hanno fornito qui è la ricompensa per l'enorme lavoro di sviluppo che abbiamo fatto dall'inizio dello scorso anno. Nel complesso, siamo davvero motivati per gli ultimi due round della stagione e non vediamo l'ora di essere al nostro evento di casa tra un paio di settimane".

condividi
commenti
WTCR, Pau-Arnos: Vernay batte le Lynk&Co nella tonnara di Gara 2
Articolo precedente

WTCR, Pau-Arnos: Vernay batte le Lynk&Co nella tonnara di Gara 2

Articolo successivo

Ecco le persone che sono dietro ai successi in pista di Cupra

Ecco le persone che sono dietro ai successi in pista di Cupra
Carica i commenti