Muller: "Ho mancato la pole per 28 millesimi!"

L'alsaziano però è soddisfatto di aver conquistato due punti su Huff nella classifica mondiale

Muller:
Siamo arrivati al penultimo appuntamento del WTCC e Shanghai rappresenta la seconda delle tre trasferte in Estremo Oriente dove il campionato si conclude per tradizione. La Chevrolet a ha centrato il terzo titolo mondiale Costruttori nella trasferta di Suzuka in Giappone, per cui ora tutta l’attenzione è rivolta a chi scriverò il proprio nome nell’albo d’oro del mondiale piloti. UNA PARTITA A DUE La situazione è quanto mai chiara: Alain Menu è libero di fare la sua gara perché essendo il più attardato nella classifica iridata, non ha niente da perdere per cui cerca sempre il massimo risultato, mentre Robert Huff ed io che ci contendiamo il titolo mondiale dobbiamo stare più attenti a non commettere degli errori che possano compromettere la situazione. Il team Chevrolet è semplicemente fantastico perché riesce a mettere tutti e tre i piloti di dare il meglio, per cui la questione è solo nelle nostre mani. MI MANCANO 28 MILLESIMI PER LA POLE! Dopo le qualifiche la situazione si è delineata in modo chiaro: Alain ha conquistato la terza pole position di fila, confermando quanto vi stavo dicendo, mentre io sono secondo dietro allo svizzero solo per 28 millesimi di secondo, un’inezia se si considera che un giro del tracciato cinese di compie in quasi due minuti! UNA DIFFERENZA IMPERCETTIBILE Dopo la Q2 ho cercato di analizzare dove posso aver perso la pole position, ma è veramente difficile fare delle valutazioni oggettive e parlare di errori quando la differenza è materialmente impercettibile. Quanto valgono 28 millesimi? Sono il tempo necessario a completare un sorpasso nel giro buono di un avversario che non mi ha minimamente ostacolato? Forse… PARTIRO’ SUL LATO SPORCO Sta di fatto che domani mi toccherà partire sulla parte più sporca della pista di Shanghai perché è la parte non gommata dal momento che si trova fuori dalla traiettoria ideale. Non mi posso lamentare, però, perché Rob è quarto in griglia di partenza per cui dovrà scattare alle mie spalle e potrò controllare la sua corsa. GUADAGNATI DUE PUNTI SU ROB Non solo, e questo è certamente l’aspetto più importante, sono riuscito a guadagnare due lunghezze su Huff nella classifica assoluta, perché, come saprete, quest’anno si attribuiscono dei punti anche dopo le prove cronometrate. Sono tornato a condurre la graduatoria da solo con 349 punti, mentre Rob è a 347. IL MONDIALE SI DECIDERA’ A MACAO Sono sicuro che questa è una partita che si chiuderà solo a Macao nell’ultimo giro dell’ultima gara, ma essere davanti in graduatoria dà un piccolo vantaggio dal punto di vista psicologico. Fra di noi due, in griglia di Gara 1 ci sarà Norbert Michelisz, l’ungherese della BMW che è stato un po’ la sorpresa di queste qualifiche: sul lungo rettilineo di Shanghai è stato bravo a trovare una buona scia che lo ha portato a inserirsi nel novero delle Chevrolet Cruze. PROVERO’ A VINCERE Domani mi giocherò un pezzo di campionato: mi piacerebbe aggiungere la nona vittoria alla collana di successi dell’anno, ma sono pronto anche ad accontentarmi di un secondo posto se riuscirò a tenere alle spalle Huff: l’inglese è molto motivato e cerca il primo titolo prima di chiudere l’avventura con la Chevrolet che ormai è arrivata alla conclusione. Rob deve sapere, però, che io voglio arrivare al terzo mondiale con il marchio del Cravattino e al quarto in carriera e farò il possibile per centrare l’obiettivo visto che sono sempre stato in testa alla classifica dalla prima gara della stagione 2012…

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Shanghai
Circuito Shanghai International Circuit
Piloti Yvan Muller
Articolo di tipo Ultime notizie