Coronel: "A Shanghai un buon fine settimana"

Il pilota olandese ha ottenuto un ottavo ed un sesto posto in rimonta nel round cinese del WTCC

Coronel:

All'autodromo di Shanghai, in Cina, nella decima prova del WTCC le ROAL RML Chevy Cruze TC1 di Tom Coronel e di Tom Chilton non hanno ripetuto l'impresa della gara precedente, a Pechino, con l'inglese superbo vincitore in gara 1 e l'olandese eccellente secondo nell'altra. L'incremento di 20 kg del peso delle RML Cruze TC1 imposto dalla FIA ha influito sulle prestazioni a Shanghai. Tom Coronel ha ottenuto l'ottavo posto in gara 1 e il sesto in gara 2, risultando così il migliore dei piloti Chevy in entrambe, mentre Tom Chilton è stato costretto al ritiro nella prima manche, a causa della rottura della sospensione posteriore, ed è arrivato settimo nella secondo dopo una rimonta entusiasmante. L'inglese ha infatti affrontato gara 2 partendo dalla “pitlane”.

"È stato tutto sommato un fine settimana buono – ha raccontato Tom CoronelA Shanghai abbiamo scontato i 20 kg di peso extra. Il circuito ha curvoni veloci e punti con staccate violente, a 250 km/h, e l'aggravio di peso si è sentito tutto, soprattutto sulle gomme. Ed è anche per questo che considero positivo il risultato. I tecnici ROAL sono stati comumque bravissimi nel set up della vettura riducendo così l'handicap".

Coronel è scattato in entrambe le corse dalla sesta fila.
"In piena qualifica Q2 – ha spiegato l'olandese del ROAL Motorsportsono stato richiamato al box dai commissari sportivi per la pesatura! L'operazione è durata un paio di minuti e ciò mi ha impedito di sostituire i pneumatici, compiere un altro giro veloce e difendere così il decimo tempo, che mi avrebbe dato la pole in gara 2. Bennani ha fatto meglio di 20 millesimi e io sono retrocesso 11esimo. Gara 1 è stata abbastanza lineare. Sono soddisfatto per aver compiuto una partenza perfetta, che mi ha subito fatto guadagnare una posizione. Ho accelerato da zero a 100 km/h in 3”6, il mio migliore sprint da quando sono al volante della Cruze TC1. La seconda manche è stata più combattuta, all'inizio, ma era impossibile tenere il passo di Citroen e Honda, quest'ultime più leggere di 20 kg rispetto alla nostra vettura".

L'olandese è già proiettato verso la prossima sfida in Giappone, a Suzuka.
"Il mio obiettivo, ed è anche quello della ROAL Motorsport, è di essere i meglio piazzati in campionato tra i privati, perchè questo è il nostro status, privati. Alle spalle non abbiamo un costruttore e dobbiamo vedecerla con i team ufficiali di Citroen e Honda, che dispongono di budget enormi. Io, il mio compagno Chilton e gli uomini della ROAL Motorsport diamo sempre il massimo. Ma siamo Davide contro Golia. A Suzuka spero che la situazione sia per noi migliore, nel senso che il peso extra dovrebbe penalizzarci un po' meno. Eppoi il Giappone è la mia seconda casa...".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Shanghai
Circuito Shanghai International Circuit
Piloti Tom Coronel
Articolo di tipo Ultime notizie