Suzuka, Gara 1: Menu dalla pole alla vittoria

Suzuka, Gara 1: Menu dalla pole alla vittoria

Dietro di lui Muller regola Huff nella tripletta Chevrolet e torna a +4 sul compagno di squadra

Non ha regalato particolari sorprese la prima gara del weekend di Suzuka del WTCC: Alain Menu è infatti riuscito a convertire la pole position ottenuta nella giornata di ieri nella sua quarta vittoria stagionale, guidando l'ennesima tripletta delle Chevrolet Cruze ufficiali, che quindi hanno celebrato al meglio al titolo costruttori conquistato grazie ai punti delle qualifiche. Se lo svizzero è rimasto piuttosto tranquillo al comando per tutta la distanza della corsa, che ricordiamo si è disputata sulla versione più breve del tracciato giapponese, alle sue spalle ci sono state un po' di scintille tra i suoi compagni Yvan Muller e Robert Huff: i due contendenti al titolo si sono anche leggermente toccati alla prima curva, ma poi il francese è rimasto davanti al britannico, allungando a +4 in classifica nei suoi confronti. Grazie ad una buona partenza, Gabriele Tarquini si è riportato subito in quarta posizione. Il pilota della Seat però non ha potuto fare nulla per reggere il passo delle tre Cruze ufficiali e si è dovuto accontentare di tenere a bada quella della Bamboo Engineering affidata ad Alex MacDowall, che quindi si è imposto tra gli Indipendenti, ritrovando una vittoria che gli mancava dal Salzburgring. Segue poi l'altra Seat di Aleksei Dudukalo, ritornato nelle posizioni di vertice dopo una parte centrale di campionato che lo aveva visto un po' in ombra. Peccato invece per Mehdi Bennani, finito fuori pista a quattro giri dal termine, proprio nel tentativo di superare il russo per conquistare la sesta piazza. Obiettivo raggiunto anche per Tiago Monteiro, che è riuscito a piazzare la Honda Civic nella top ten al debutto. Il portoghese ha chiuso proprio decimo, chiudendo il trenino capitanato da Dudukalo di cui facevano parte anche Tom Coronel, Pepe Oriola e Stefano d'Aste, che scatterà dalla pole position nella seconda frazione. Grazie a questo ottavo posto, Oriola è anche riuscito a ridurre il suo gap nel Trofeo Indipendenti nei confronti del leader Norbert Michelisz, solo 14esimo: ora i due sono separati da appena 20 lunghezze.

WTCC - Suzuka - Gara 1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Alain Menu
Articolo di tipo Ultime notizie