D'Aste: "Marrakech mi esalta un casino!"

condividi
commenti
D'Aste:
Redazione
Di: Redazione
16 apr 2015, 17:48

Secondo il pilota italiano quello marocchino dovrebbe essere un tracciato favorevole alla sua Chevrolet

D'Aste:

Dopo quaranta giorni di pausa, necessari al rientro delle vetture in Europa, torna questo fine settimana il FIA World Touring Car Championship e lo fa sul circuito di Marrakech, in Marocco.

Lungo i viali che costeggiano i Giardini dell'Agdal si riaccende quindi la sfida tra i protagonisti del Campionato del Mondo Turismo dopo la gara di apertura in Argentina, dove le Citroen hanno mostrato nuovamente ottime performance; ma sul tracciato marocchino, caratterizzato da lunghi rettilinei inframmezzati da chicane e violente frenate, potrebbero esserci sorprese e queste potrebbero arrivare anche dalle Chevrolet, come conferma proprio Stefano d'Aste, pilota della All-Inkl Munnich Motorsport, che a Termas De Rio Hondo ha stupito al rientro nel WTCC dopo un anno di assenza.

"Marrakech è un circuito che mi piace molto con queste frenate, allunghi, chicane che vanno tagliate millimetricamente sui cordoli ad alta velocità e la Cruze è senza dubbio un'auto che si comporta benissimo in questi frangenti e io non vedo l'ora di tornare al volante. In Argentina abbiamo dimostrato di poter far bene ed essere tra i primi, con il quarto tempo della Q1, e secondo me in Marocco potremmo toglierci belle soddisfazioni perché è senza dubbio un circuito atipico che riserva sempre sorprese e mi esalta un casino!" ha detto d'Aste.

Prossimo articolo WTCC
La febbre alta ferma a letto Rickard Rydell

Previous article

La febbre alta ferma a letto Rickard Rydell

Next article

Tarquini: "Marrakech non perdona"

Tarquini: "Marrakech non perdona"