Shanghai, Qualifica: Tripletta Citroën con López in Pole

Shanghai, Qualifica: Tripletta Citroën con López in Pole

Pechito batte Ma e Muller, Michelisz 4° davanti a Loeb. Tarquini 7°, Bennani-Pole per Gara 2. Ok Engstler in TC2T

José María López compie un altro passettino verso il Titolo di Campione del WTCC, conquistando la Pole Position sul circuito di Shanghai.

L'argentino, alla quinta partenza al palo stagionale, ha messo in riga i compagni di squadra della Citroën, piazzando la sua C-Elysée davanti a quelle di Ma Qing Hua e Yvan Muller, sul quale incrementa il vantaggio in classifica.

Ottimo quarto tempo per la Honda Civic di Norbert Michelisz; l'ungherese della Zengo Motorsport partirà in seconda fila e si toglie lo sfizio di essersi messo alle spalle la Citroën di Sébastien Loeb, non impeccabile nel suo giro decisivo.

A seguire, ecco il duo della team Honda Castrol, con Tiago Monteiro che ha chiuso in sesta posizione davanti a Gabriele Tarquini. Il migliore dei piloti Chevrolet è Tom Chilton, ottavo con la Cruze della Roal Motorsport, seguito dalla Cruze-Campos di Hugo Valente e dalla Civic-Proteam di Mehdi Bennani, il quale conquista la Pole Position della griglia invertita di gara 2, beffando Tom Coronel (Cruze-Roal) per soli 2 centesimi. Dodicesimo il serbo Dušan Borković (Cruze-Campos).

Fuori fin dalla prima manche Gianni Morbidelli (Cruze-Münnich Motorsport), che scatterà tredicesimo, e il trio della Lada, con James Thompson davanti a Rob Huff e Mikhail Kozlovskiy.

In Classe TC2T continua il dominio di Franz Engstler (BMW), che ha battuto le Seat León di John Filippi e del debuttante William Lok; ultimo della graduatoria Filipe Clemente De Souza (BMW).

Q1
Il layout del tracciato cinese è leggermente diverso rispetto a quello utilizzato dalla F1. Le Citroën, dopo essere state davanti in tutte le sessioni precedenti, continuano a comandare la classifica dei tempi. Per alcuni minuti, però, in vetta si issano ben cinque Cruze, con Chilton (1.50.749) che precede il compagno di squadra Coronel, Borković, Morbidelli e Valente. Thompson piazza la sua Granta al 6° posto, mentre Michelisz (1.50.312) si porta al comando quando siamo circa a metà. Ma le C-Elysée non si fanno attendere e Ma scende sotto il muro dell'1'50", fermando il cronometro sull'1.49.313 che risulterà essere il migliore della manche. Alle sue spalle risalgono Muller, López e Loeb (anche loro sotto l'1'50"), mentre le Civic di Tarquini e Monteiro riescono ad uscire dalla "zona calda", dove sprofondano le Granta di Huff e Thompson, nonostante i due britannici riescano a migliorare le proprie prestazioni sfruttando la tattica delle scie sul rettilineo più lungo. Morbidelli scende dall'auto alzando bandiera bianca, mentre Engstler (1.55.315) si prende la Pole della TC2T, rifilando quasi 1"5 agli avversari. Accedono dunque alla Q2 Ma, Muller, López, Loeb, Chilton, Tarquini, Michelisz, Monteiro, Coronel, Bennani, Borković e Valente.

Q2
Tutti scendono in pista subito: vista la lunghezza del circuito di Shanghai, ognuno ha a disposizione un paio di tentativi nei 10' previsti. Le C-Elysée continuano a volare, con Muller (1.49.299) seguito da López, Ma e Loeb, mentre Michelisz riesce a girare in 1.49.848 piazzandosi in Top5. Monteiro e Tarquini restano a ridosso dell'accesso alla Q3, con Coronel che è momentaneamente in 10a piazza, dunque in Pole per Gara 2. L'olandese deve rinunciare al secondo tentativo, cosa che invece fa Bennani: il marocchino riesce a migliorare e scavalca il pilota della Roal battendolo per soli 2 centesimi, fra la gioia e gli abbracci di famigliari e amici, in festa al muretto della Proteam Racing. Non ci sono altri cambiamenti e la Pole se la vanno a giocare le quattro Citroën e Michelisz.

Q3
La prima auto a scendere in pista è proprio la Civic rosso-nera e il giovane di Mohàcs fa 1.49.681, con ottimi parziali nei settori 2 e 3. Loeb invece non è perfetto e perde il vantaggio accumulato nel primo settori in quelli successivi; il francese rovina anche il passaruota anteriore sinistro all'ultima curva, centrando una pila di gomme, col suo tempo che è più lento di quasi 2 decimi rispetto a quello di Michelisz e peggiore del suo segnato in Q2. Ma (1.48.898) sfrutta bene il suo turno e si porta in testa abbattendo il muro dell'1'49", ma López (1.48.782) lo scavalca subito con i record nei settori 1 e 3. Ci si attende la zampata finale di Muller, ma il Campione in carica fa solo un 1.49.424 che gli vale la terza posizione e altri punti persi in classifica da "Pechito".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Shanghai
Circuito Shanghai International Circuit
Piloti Yvan Muller , Ma Qing Hua
Articolo di tipo Ultime notizie