Pole-monstre di Muller in Slovacchia, grandi le Lada

condividi
commenti
Pole-monstre di Muller in Slovacchia, grandi le Lada
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
20 giu 2015, 17:08

Yvan batte López e Loeb, Huff e Catsburg in Top5, con Van Lagen in Pole per Gara 2 affiancato da Tarquini.

Yvan Muller è tornato e anche allo Slovakia Ring lo ha dimostrato conquistando una Pole Position da urlo nelle Qualifiche del WTCC.

Il francese ha annichilito il suo principale avversario, nonché compagno di squadra, José María López, il quale in Q3 aveva già assaporato la partenza al palo, ma si è visto battuto dalla Citroën #68 proprio in extremis.

A completare la tripletta di C-Elysée ci ha pensato Sébastien Loeb, terzo davanti alle strepitose Lada Vesta di Rob Huff e Nick Catsburg, a conferma che le vetture russe sono davvero cresciute tanto nelle ultime settimane.

Hugo Valente (Campos Racing) è sesto, migliore dei piloti Chevrolet e nel Trofeo Yokohama, con Ma Qing Hua (Citroën) settimo e Tom Chilton (Cruze-Roal) ottavo.

Gabriele Tarquini (Honda Civic-Castrol) e Jaap Van Lagen (Lada Vesta) completano la Top10 e saranno in prima fila nella griglia invertita di Gara 2 domani.

Ottimo 11° tempo per il debuttante idolo locale Mat'o Homola con la Cruze della Campos Racing, mentre Mehdi Bennani (C-Elysée - SLR) non sta attraversando un momento di forma positivo ed è solamente 12°.

Male anche Norbert Michelisz (Civic-Zengő Motorsport), 13°, e Tom Coronel (Cruze-Roal), 15°. Fra loro c'è John Filippi. Stefano D'Aste (Cruze-Munnich Motorsport) ha ottenuto il 16° tempo; oltre al genovese, in Q1 è stato eliminato con grande stupore Tiago Monteiro (Honda-Castrol), reduce dalla vittoria nell'ultimo round a Mosca.

Chiudono lo schieramento la Civic del neoarrivato Néstor Girolami, che aveva stupito durante le Libere, e Grégoire Demoustier, il quale non ha preso parte alla sessione per i danni subiti dalla sua Cruze nella uscita di pista durante le FP2; il francese della Craft-Bamboo sarà comunque al via domani.

Q1
Torna qualche raggio di sole sullo Slovakia Ring dopo lo scroscio di pioggia che aveva disturbato tutti nel finale delle FP2. Iniziano subito benissimo le Lada, con Catsburg in vetta (2.04.755), Huff terzo e Van Lagen quarto. La migliore delle Citroën è quella di Bennani, quinta, mentre le C-Elysée ufficiali sono fuori dalla Top12 dopo il primo tentativo. Il tracciato slovacco è piuttosto lungo per cui i piloti non hanno molti tentativi a disposizione. Ad una decina di minuti dal termine Ma (2.04.691) balza al comando, mentre migliorano anche Tarquini, Michelisz, Muller e Loeb; quest'ultimo rischia con una sbandata in uscita di curva. Al secondo tentativo López centra il miglior tempo in 2.04.066 senza più essere scavalcato. La battaglia è per evitare l'eliminazione dalla Q2: Homola e Chilton riescono ad entrare in Top12 beffando Michelisz e Coronel. L'ungherese prova a salvarsi, ma non va oltre il 13° tempo. Huff rischia, ma riesce a tornare 3° in extremis. Niente da fare invece per Monteiro, tira un sospiro di sollievo Bennani. Accedono alla Q2: López, Ma, Huff, Catsburg, Valente, Loeb, Muller, Van Lagen, Tarquini, Chilton, Homola e Bennani.

Q2
Nei 10' a disposizione c'è chi opta per un solo tentativo, oppure per due giri lanciati (che comunque non sono il massimo per le gomme). Muller è subito velocissimo e fa 2.04.248 mettendosi alle spalle López, Loeb, Huff e Catsburg. Le posizioni della Top5 non cambiano, mentre la lotta è tutta per la conquista del 10° posto, che consente la partenza al palo in Gara 2. La spunta in modo curioso Van Lagen, che con la Vesta stava puntando alle posizioni di vertice; l'olandese commette un errore in uscita di curva e finisce attraverso la via di fuga senza abbassare il proprio crono e rientrando con la sua Lada vistosamente sporca di erba e terra. Nona posizione agro-dolce per Tarquini che sarà in prima fila, mentre Homola si piazza 11° nel finale superando Bennani. Vanno a giocarsi la Pole Position Muller, López, Loeb, Huff e Catsburg.

Q3
Il primo a scendere in pista è Catsburg, che alla sua sola seconda partecipazione al Mondiale è già fra i protagonisti. 2.04.905 per lui, subito battuto dal 2.04.598 del compagno di squadra Huff. Tocca a Loeb, che non è irresistibile, ma riesce a guadagnare qualcosa sul britannico nel settore centrale e a piazzarsi davanti a lui per soli 15 millesimi (2.04.583). López fa un primo settore piuttosto lento rispetto agli altri, dove paga quasi 3 decimi alle Lada, ma in quello centrale scende sotto al minuto (59.775) e taglia il traguardo con uno strepitoso 2.03.959 che sa di Pole. L'argentino però viene beffato dal giro-monstre di Muller, che è fenomenale nel battere "Pechito" con un 2.03.736 da paura.

Domani Gara 1 è in programma alle ore 12;45, mentre Gara 2 sarà alle 14;00.

Prossimo articolo WTCC
Le parole di Muller, López, Loeb, Valente e Girolami

Previous article

Le parole di Muller, López, Loeb, Valente e Girolami

Next article

Slovacchia, Libere 2: Muller guida la tripletta Citroën

Slovacchia, Libere 2: Muller guida la tripletta Citroën

Su questo articolo

Serie WTCC
Evento Slovakia
Location Slovakia Ring
Piloti Sébastien Loeb , Yvan Muller , Jaap van Lagen
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Ultime notizie