Pechino, Gara 2: Primo centro Lada grazie ad Huff!

Pechino, Gara 2: Primo centro Lada grazie ad Huff!

Spettacolare vittoria dell'inglese, con Coronel e Loeb a podio. López è 4°, ma incrementa su Muller, solo 9°.

Clamorosa e meritatissima vittoria di Rob Huff in Gara 2 del WTCC al Goldenport Park di Pechino. Il pilota di Cambridge regala il primo, storico, successo alla Lada Sport, dopo il bel secondo posto ottenuto con la sua Granta TC1 nell'appuntamento in Argentina.

"Huffy" ha imitato Tom Chilton, che aveva vinto Gara 1 partendo dalla Pole Position e scappando via; in casa Roal, dopo aver festeggiato la vittoria del britannico, proseguono le soddisfazioni, con l'ottimo secondo posto di Tom Coronel, che si è tenuto alle spalle Sébastien Loeb con la Citroën.

Le C-Elysée hanno sofferto parecchio lo stretto tracciato cinese, con il solo José María López capace di risalire la china fino al quarto posto, mentre Yvan Muller giunge al traguardo nono e sprofonda a -66 dall'argentino in classifica piloti.

Altra bella gara di Norbert Michelisz, quinto e migliore delle Honda, con James Thompson (Lada) sesto, davanti alle Cruze di Gianni Morbidelli e Chilton. Chiude la Top10 Gabriele Tarquini con la Civic-Castrol. L'idolo locale Ma Qing Hua non va oltre il 12° posto, seguito da Tiago Monteiro.

Franz Engstler (BMW 320 TC) vince ancora in Classe TC2T, davanti a John Filippi.

Fuori Mehdi Bennani (Civic Proteam) e Filipe De Souza (BMW), non sono partiti Dušan Borković e René Münnich, le cui Cruze sono risultate troppo danneggiate dopo l'incidente di Gara 1, oltre a Mikhail Kozlovkiy con la terza Granta.

IL FILM DELLA GARA - Griglia invertita, con Huff che parte a razzo, ma non viene supportato dal compagno di squadra Thompson (che era terzo); ne approfittano Loeb e Michelisz, mentre López guadagna la sesta piazza. Monteiro, partito dal fondo dello schieramento, supera subito le TC2T, dove al comando c'è Engstler.

Al secondo giro viene comminato un Drive-Through a Bennani (infrazione nella procedura di schieramento), ma il marocchino si ritira poco dopo. Chilton supera Tarquini ed è nono, imitato da Monteiro, dodicesimo dopo un bel sorpasso su Ma. De Souza finisce in testacoda e si ritira.

Huff inizia a prendere il largo, Chilton supera anche uno spento Muller, che ora è solo nono. Al giro 8 finisce in testacoda anche Engstler, ma Filippi resta al comando della TC2T per poco, vista la superiorità del tedesco. Intanto López rompe gli indugi e supera Thompson, prendendosi la quinta posizione. L'argentino potrebbe correre serenamente, visto che Muller è bloccato nel traffico, ma si avvicina rapidamente a Michelisz e lo passa con una bella mossa, guadagnando la quarta piazza.

Davanti i distacchi sono piuttosto ampi per vedere bagarre, con Coronel che controlla Loeb; il layout della pista non è neppure troppo favorevole per le sportellate e le uniche tali degne di nota sono fra Ma e Monteiro per la 13a posizione.

Gli ultimi 8 giri vedono un trenino formato da Michelisz (5°), Thompson, Morbidelli, Chilton, Muller e Tarquini, ma l'unico brivido viene dato dal doppiaggio di Engstler, poco propenso ad alzare il piede, che blocca Morbidelli rischiando di creare un tamponamento a catena dopo la curva 4.

Huff amministra saggiamente e taglia il traguardo sotto al festosissimo muretto Lada, mentre López tenta un ultimo assalto a Loeb in volata, ma il francese è sul podio per soli 30 millesimi.

Il WTCC cambia città, ma non paese: il prossimo week-end si svolgeranno i round 19 & 20 a Shanghai.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Tom Coronel , Sébastien Loeb , Rob Huff
Articolo di tipo Ultime notizie