Chevrolet presenta appello contro il cambio BMW

condividi
commenti
Chevrolet presenta appello contro il cambio BMW
Di: Matteo Nugnes
04 nov 2010, 12:27

Se Priaulx e Farfus venissero squalifica dalle gare di Okayama, Muller sarebbe campione

Dopo le minacce lanciate in Giappone, in occasione del round di Okayama del WTCC, la Chevrolet è passata dalle parole ai fatti, presentando appello contro la decisione della FIA di permettere alle BMW 320si della RBM di utilizzare il tanto discusso cambio sequenziale a sei marce. Fino all'appuntamento giapponese, infatti, Andy Priaulx ed Augusto Farfus avevano sempre utilizzato il cambio ad H a cinque marce, ma ad Okayama hanno approfittato di un'omologazione che era stata effettuata per permettere ad Alex Zanardi di correre con i comandi a volante. La cosa che ha fatto imbufalire gli uomini della Chevrolet è stato però il relativo sconto di peso di 30 kg che faceva parte dell'omologazione, che ha fatto diventare le loro 320si, ma anche quella dell'indipendente Franz Engstler, 25 kg più leggera delle Cruze e ben 45 kg più leggera delle Seat Leon TDI. Fino alla sentenza definitiva, dunque, i risultati delle due gare di Okayama rimangono provvisori. Non bisogna dimenticare che ad imporsi in gara 2 è stato proprio Farfus e che nella prima invece Priaulx è giunto secondo davanti ad Yvan Muller. In caso di squalifiche, quindi, quest'ultimo sarebbe automaticamente campione.
Prossimo articolo WTCC
Buenos Aires esclusa per problemi di omologazione

Previous article

Buenos Aires esclusa per problemi di omologazione

Next article

Salta Buenos Aires, al suo posto ritorna Zolder

Salta Buenos Aires, al suo posto ritorna Zolder

Su questo articolo

Serie WTCC
Piloti Andy Priaulx , Augusto Farfus , Franz Engstler
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie