Muller: "Anche Huff avrebbe meritato il titolo"

Il francese ha eguagliato Priaulx nella storia del WTCC, ma guarda già al futuro

Muller:
Robert Huff le ha provate tutte per mettergli i bastoni tra le ruote, ma ancora una volta Yvan Muller potrà lasciare Macao con i gradi di campione del WTCC. Quello del francese della Chevrolet sta diventando quasi una sorta di dominio incontrastato: nelle ultime quattro stagioni ha vinto tre titoli, ma ancora non sembra appagato da questo. "Sapevo che gara 1 avrebbe determinato lo scenario, quindi ho provato a spingere, ma poi ho capito che avrei dovuto prendere dei rischi troppo grandi per superare Rob" ha detto il tre volte campione del mondo. "A quel punto era chiaro il mio obiettivo per gara 2: c'erano buone probabilità che lui vincesse, quindi dovevo arrivare almeno quarto. Quando sono arrivato in quella posizione ho ricominciato a respirare e poi sono riuscito a prendermi anche il terzo posto". L'alsaziano ha voluto anche rendere omaggio al suo compagno/rivale: "Rob ha disputato una stagione straordinaria, mi ha reso la vita difficile per tutto l'anno e avrebbe meritato anche lui di vincere. Del resto è difficile dire il contrario con solo 3 punti di differenza". Ora nel mirino ci sarebbe un record assoluto per il WTCC: nessuno infatti ha mai vinto il titolo per quattro volte (Andy Priaulx ne ha vinti tre come lui). Yvan però non sembra pensarci troppo: "Non sono uno a cui piace pensare a queste cose, ma sicuramente l'idea di provare a vincere il quarto titolo è un grande stimolo. Vedremo cosa succederà in futuro".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Yvan Muller
Articolo di tipo Ultime notizie