Mosca, Gara 1: Muller batte López e Tarquini

condividi
commenti
Mosca, Gara 1: Muller batte López e Tarquini
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
07 giu 2015, 12:07

L'alsaziano è perfetto, Huff mantiene la Lada quarta. Chilton 5° con la Cruze, rimonta di Van Lagen, male Loeb.

Un super Yvan Muller vince Gara 1 del WTCC al Moscow Raceway, battendo la Citroën C-Elysée del suo compagno di squadra José María López e la Honda Civic di Gabriele Tarquini.

Ai piedi del podio resta la Lada Vesta di Rob Huff, con i quattro Campioni della serie che concludono nelle medesime posizione da cui erano partiti in griglia. Quinto Ma Qing Hua (Citroën) seguito da Tom Chilton (Roal Motorsport), il migliore dei piloti Chevrolet e vincitore nel Trofeo Yokohama.

Vanno a punti anche Norbert Michelisz con la Honda Civic della Zengő Motorsport, Tiago Monteiro (Civic-Castrol), un opaco Sébastien Loeb (Citroën) e Jaap Van Lagen, autore di una grande rimonta con la Lada Vesta.

Dietro all'olandese si è piazzato il suo compagno di squadra Nick Catsburg, al debutto nel Mondiale. Gara difficile per Tom Coronel (Cruze-Roal), ritiratosi nel finale, e Stefano D'Aste (Cruze-ALL-INKL.Com Münnich Motorsport), coinvolto con Mehdi Bennani in un contatto al via. Rickard Rydell (Civic-Nika Racing) ha terminato 13° al rientro dopo l'assenza per malattia nei precedenti eventi.

Amarezza in casa Campos Racing: Hugo Valente non è andato oltre ela 12a piazza, mentre la Cruze guidata da John Filippi si è ritirata al giro 5.

IL FILM DELLA GARA

Partenza pulita per Muller, López, Tarquini e Huff che mantengono le rispettive posizioni, mentre Chilton ha una esitazione e viene superato da Ma e insidiato da Michelisz. Grande spunto di Monteiro che passa Catsburg, ma Loeb fa anche meglio e risale in 8a piazza. Nelle retrovie subito un leggero fuoripista per Rydell alla curva 1, mentre ci sono subito contatti fra D'Aste e Bennani e fra Van Lagen e Coronel.

López prova a restare attaccato a Muller girando in 1.40.989, ma il francese risponde la tornata successiva in 1.40.777. Huff mette pressione a Tarquini. Valente prova a sorprendere Catsburg all'ultima curva, ma va largo e rischia il sorpasso da parte di un combattivo Rydell.

Al terzo giro Monteiro supera Loeb e sale all'8° posto. La tornata successiva Van Lagen inizia la sua rimonta passando Rydell e guadagnandosi la 12a posizione, mentre un contatto fra Filippi e Demoustier costringe il pilota della Campos a rientrare ai box. Muller intanto prosegue la sua cavalcata facendo il nuovo record (1.40.449) e scavando un solco di 2" fra sè e "Pechito".

Sesto giro all'insegna delle battaglie nelle retrovie: Bennani è 16° dopo aver passato Coronel alla curva 1, Van Lagen 11° mettendosi alle spalle Valente all'ultima curva. Intanto Demoustier sembra avere qualche problema di gomme e viene passato in sequenza da D'Aste e Bennani. Il marocchino risale al 14° posto superando anche il genovese.

Mentre Van Lagen raggiunge la zona punti (entrandoci dopo il sorpasso sul compagno di squadra Catsburg), la Lada di Huff è sempre più minacciosa alle spalle di Tarquini, ma il pilota della Honda stringe i denti nei restanti 5 giri. Coronel (17°) pressa a lungo Demoustier, ma al penultimo giro rientra ai box.

Muller vince in solitaria dopo 16 tornate, con López che rischia con un controsterzo da paura all'ingresso della curva 12 e Tarquini che precede in volata Huff nella battaglia per l'ultima piazza del podio.

WTCC Mosca - Griglia GARA 2

Prossimo articolo WTCC
Mosca, Gara 2: Emozionante show di Monteiro e Huff

Previous article

Mosca, Gara 2: Emozionante show di Monteiro e Huff

Next article

Loeb: "L'undicesimo tempo è il peggiore di tutti!"

Loeb: "L'undicesimo tempo è il peggiore di tutti!"

Su questo articolo

Serie WTCC
Piloti Yvan Muller , Tom Chilton , Gabriele Tarquini
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Ultime notizie