Monza, Qualifiche: Yvan Muller centra la prima pole

Monza, Qualifiche: Yvan Muller centra la prima pole

L'alsaziano con la Chevrolet Cruze precede il compagno Chilton. Tarquini solo quinto con la Honda

Tripletta della Chevrolet nelle qualifiche del WTCC a Monza, nella prima gara che apre la stagione 2013. La pole position non è sfuggita a Yvan Muller con la Cruze 1.6 Turbo della RML che ha ottenuto un tempo strepitoso di 1'56"486 che batte di un secondo e mezzo la pole dello scorso anno, quando le macchine erano schierate ufficialmente!. L'alsaziano ha preceduto il compagno di squadra Tom Chilton, ma gli ha rifilato quasi nove decimi di secondo! Il terza piazza si è inserito Alex McDowell con la terza Cruze schierata dal bamboo engineering accreditato di 1'57"685: l'inglese è stato il più veloce fra gli indipendenti. Molto positiva la prestazione di Pepe Oriola quarto con la Seat Leon del team Tuenti: lo spagnolo è riuscito a stare davanti alla Honda Civic WTCC di Gabriele Tarquini. La vettura dell'abruzzese accusa una grave carenza di velocità massima sui rettilinei, probabilmente dovuti alla "prudenza" dei tecnici Honda nel mappare il motore 4 cilindri turbo. La pista monzese, infatti, è la più impegnativa per i propulsori che devono durare tutta la stagione. Il pilota italiano, però, per cercare di ovviare al problema ha cercato di sfruttare al massimo le scie dei piloti che lo precedevano: in Q1 ha centrato René Munnich che era troppo lento, mentre in Q2 si è meritato la bandiera bianco nera per aver colpito la Cruze di James Nash che si è classificata sesta davanti all'altra Chevrolet di Nykjaer. L'ultimo posto in Q2 non è sfuggito al nostro Stefano D'Aste con la BMW 320 TC del PB Racing. Inizio difficile per Tiago Monteiro: il portoghese con la seconda Honda Civic non è uscito dalla tagliola della Q1 Nella Q1 ne sono successe di tutti i colori: nel giro di lancio (!) Fredy Barth urta con la sua BMW 320 TC il campione del mondo, Rob Huff: la Seat Leon dell'inglese non può proseguire con una sospensione divelta. La sessione viene sospesa subito con la bandiera rossa per togliere la macchina da una zona pericolosa. La sessione riprende con un altro brivido: Aleksei Dudukalo con la Lada Granta ha centrato la macchina del compagno di squadra James Thompson alla staccata della Prima Variante. L'impatto è stato violentissimo, perché il russo è arrivato ad una velocità spropositata al punto di staccata. Dudukalo è rimasto fermo in pista, mentre l'inglese è rientrato ai box con la Granta sventrata sul lato destro e la sospensione posteriore aperta: i meccanici sono stati bravi a fare la riparazione per rimettere James Thompson in pista per la Q2 (ha ottenuto un incredibile nono tempo finale!). Nel finale c'è stato anche il brutto contatto fra René Munnich con la Seat Leon e l'equivalente vettura di Fernando Monje all'uscita della Parabolica. A causare l'incidente è stato Gabriele Tarquini che ha "tamponato" Munnich a metà curva facendolo girare. L'italiano era nettamente più veloce nella percorrenza della piega, e dice di non aver potuto evitare l'impatto...

WTCC - Monza - Q1

WTCC - Monza - Q2

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Yvan Muller
Articolo di tipo Ultime notizie