Monza, Libere 2: ancora Chevy, stavolta con Menù

Monza, Libere 2: ancora Chevy, stavolta con Menù

Si conferma secondo Tarquini davanti ad Huff. Bene anche le Seat di Oriola e Dudukalo

Cambio della guardia in vetta alla classifica nella seconda sessione di prove libere del round di Monza del WTCC. Al comando c'è sempre una Chevrolet, ma questa volta si tratta di quella affidata allo svizzero Alain Menù. Il veterano ha girato in 1'58"645, migliorando di una manciata di millesimi il tempo messo a referto nella prima sessione dal compagno di squadra Robert Huff, che si è dovuto accontentare del terzo tempo. Tra le due Cruze 1.6 turbo si è inserita nuovamente la Seat Leon di Gabriele Tarquini. Il nuovo propulsore realizzato da Seat Sport sembra aver decisamente giovato alla vettura spagnola e l'italiano pare molto motivato a fare da terzo incomodo in questo primo weekend della stagione. Ma le Seat hanno evidenziato una crescita piuttosto generalizzata con Pepe Oriola ed Aleksei Dudukalo che sono stati capaci di andare ad occupare la quarta e la sesta posizione, mettendo a sandwich la Chevy del campione del mondo Yvan Muller. Settimo tempo per l'altra Cruze della Bamboo Engineering, con Alex MacDowall che quindi è risultato il più veloce tra gli Indipendenti, nonostante un brivido corso alla seconda di Lesmo per un'incomprensione con Rickard Rydell, autore invece del 13esimo tempo. Per quanto riguarda le BMW, bisogna sottolineare che la più veloce è stata quella del rookie Alberto Cerqui, ottavo. Undicesimo crono invece per la migliore delle Ford, che è quella di James Nash. Bandiera bianco-nera, infine, per Tom Chilton, che si è reso protagonista di un taglio alla Variante della Roggia.

WTCC - Monza - Libere 2

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Alain Menu
Articolo di tipo Ultime notizie