Monza, Gara 1: Muller brilla nella tripletta Chevrolet

Monza, Gara 1: Muller brilla nella tripletta Chevrolet

Sotto al diluvio il francese precede Chilton e MacDowall. Seguono le due Honda ed un super Huff

Un vero e proprio diluvio si è abbattuto su Monza durante la prima gara del WTCC, ma l'asfalto bagnato non ha modificato più di tanto i valori in campo, con le Chevrolet che hanno piazzato una bellissima tripletta capitanate da quella del veterano Yvan Muller. Le condizioni proibitive di visibilità hanno indotto la direzione gara a dare il via alle ostilità in regime di safety car e l'alsaziano ha sfruttato tutta la sua esperienza per involarsi solitario verso la prima curva, con le altre due Cruze del compagno di squadra Tom Chilton e di Alex MacDowall. Presa la leadership fin dai primi metri di gara, Muller non ha mai corso il minimo rischio di perderla, neppure quando la direzione gara è stata costretta a mandare in pista la safety car in seguito allo spettacolare incidente di Stefano d'Aste alla Variante Ascari. Una bella botta per lo sfortunato pilota italiano, che se l'è cavata senza un graffio, vedendo però sfumare la possiblità di concretizzare una bella rimonta dopo essere stato anche il più veloce nel warm up. Una volta ripartita la corsa, ci si è messo il tergicristallo a provare ad infastidire Muller, con il motorino che si è bloccato, lasciando il suo lunotto completamente allagato. Yvan però oggi era veramente in forma smagliante ed ha condotto gli ultimi giri in maniera davvero prudente, transitando sotto alla bandiera a scacchi davanti ad un Chilton che ha preferito non commettere errori e portare a casa il suo primo podio nel WTCC, regalando una bella doppietta alla RML. Tutto più facile dopo il restart anche per MacDowall, terzo assoluto e primo tra gli Indipendenti: il pilota della Bamboo Engineering si è infatti liberato della pressione di Pepe Oriola, che è stato costretto a parcheggiare la sua Seat Leon probabilmente a causa di un problema meccanico, dopo essere stato saldamente al quarto posto per buona parte della gara. Importante la prova delle due Honda Civic della Jas Motorsport, con Gabriele Tarquini e Tiago Monteiro che sono andati a completare la top five al termine di una bella rimonta. La sensazione da fuori è che la loro vettura fosse particolarmente veloce in percorrenza di curva con queste condizioni ed i due piloti di Formula 1 hanno saputo trarne il massimo. E una conferma del buon potenziale della Honda arriva anche dalla prova di Norbert Michelisz, ottavo dopo aver preso il via dal 21esimo posto. Se la paragoniamo a quella di Robert Huff, la rimonta dei piloti della Honda sembra davvero una cosa di poco conto però: il britannico oggi ha dimostrato che se è campione del mondo in carica c'è un motivo, risalendo dall'ultimo posto in griglia fino alla sesta piazza finale con la sua Seat Leon della Munnich Motorsport, realizzando alcuni sorpassi davvero spettacolari, soprattutto quelli sullo sfortunato Tom Boardman, finito ko dopo un contatto a Lesmo con James Nash (settimo) in quella che forse era stata la sua gara più bella nel WTCC. La zona punti poi si chiude con Tom Coronel, migliore dei piloti BMW nonostante le grandi difficoltà incontrate ieri in qualifica, e con Fredy Barth, risalito parecchio dopo essersi reso protagonista di un testacoda nelle primissime fasi di gara. L'appuntamento ora è per gara 2, con il via fissato alle 17:20.

WTCC - Monza - Gara 1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Yvan Muller
Articolo di tipo Ultime notizie