Marrakech, Qualifiche: Un grande López batte Bennani

Marrakech, Qualifiche: Un grande López batte Bennani

Seconda Pole per l'argentino della Citroën che precede il marocchino e Ma. Caos in Q2, Muller in Pole per Gara 2

José María López scatterà dalla Pole Position in Gara 1 del WTCC sul Circuit Moulay El Hassan di Marrakech.

L'argentino della Citroën ha battuto la C-Elysée privata guidata dall'idolo locale Mehdi Bennani (Sébastien Loeb Racing) e la vettura gemella di Ma Qing Hua. Si erano guadagnato l'accesso alla Q3 anche Hugo Valente e Tom Chilton, ma il francese della Campos Racing ha fallito il suo tentativo andando lungo alla curva 1, mentre il britannico della Roal Motorsport ha preferito non rischiare ulteriormente avendo accusato problemi al cambio. Entrambi comunque dovranno scontare una penalità in griglia per aver sostituito il motore sulle rispettive Chevrolet Cruze RML.

Sesto posto, un po' a sorpresa, per la Honda Civic di Norbert Michelisz (Zengő Motorsport), che ha approfittato del caos verificatosi nel finale della Q2 per mettersi alle spalle la Civic ufficiale di Tiago Monteiro (Team Castrol) e la C-Elysée guidata da Sébastien Loeb. I problemi nella seconda manche sono stati involontariamente creati da Tom Coronel (nono alla fine), che ha dovuto rallentare per un guasto meccanico sulla sua Cruze, costringendo i commissari ad esporre le bandiere gialle proprio mentre tutti stavano facendo l'ultimo tentativo.

In questa situazione Yvan Muller non è andato oltre il 10° tempo, ma l'alsaziano può sorridere, dovendo scontare 5 posizioni di penalità sulla griglia in Gara 1 (per via dell'incidente causato con Bennani in Argentina), mentre potrà invece scattare dalla Pole Position della griglia invertita di Gara 2.

Beffati i due piloti tricolore in azione: Gabriele Tarquini (Civic-Castrol) è 11° davanti a Stefano D'Aste (Cruze - ALL-INKL.COM Münnich Motorsport), che pure aveva bene figurato in questa sessione.

Male le Lada, già fuori in Q1. Rob Huff non è andato oltre il 13° tempo (anche per via di qualche problema tecnico), James Thompson il 16° e Mikhail Kozlovskiy il 18°.

Q1
Le Citroën partono subito alla grande prendendosi le posizioni di testa; il primo miglior giro è di López in 1.44.498. Bene anche Huff, terzo, e D'Aste, che si piazza in sesta posizione, mentre appaiono più in difficoltà le Honda. Valente (1.44.378) e Coronel si portano davanti, ma durano poco, dato che "Pechito" prima (1.44.009) e Muller poi (1.43.844) tornano in testa. Monteiro risale al quarto posto, Tarquini sarebbe eliminato e deve fare qualche giro in più per migliorarsi; in quello buono si ritrova davanti Bennani (che è nelle sue stesse condizioni) e ne sfrutta la scia per siglare il quinto crono, mentre il marocchino è solamente decimo e a rischio tagliola. Anche Ma suda parecchio, ma a 3' dalla fine centra addirittura il record in 1.43.652 eliminando virtualmente Huff, che però si migliora con il 12° tempo. Ma non è finita, dato che Michelisz riesce a fare il 10° tempo eliminando il britannico, che fra l'altro sbaglia alla penultima chicane e deve abortire il giro. Si salva per un decimo D'Aste, ma le vetture che avanzano alla seconda manche sono racchiuse nello spazio di appena 1".064.

Passano il turno Ma, Muller, López, Loeb, Monteiro, Tarquini, Valente, Michelisz, Coronel, Chilton, Bennani e D'Aste.

Q2
15' a disposizione per tentare l'accesso all'ultima manche. Vista la lunghezza del tracciato di Marrakech, alcuni scelgono di provare i tre giri consecutivi. López è subito il più veloce (1.43.524), ma sbaglia all'ingresso della curva 1 nel secondo tentativo e deve rinunciare tornando ai box. Si risveglia Bennani che sale al 2° posto seguito da Michelisz, Coronel e Muller. Loeb è solamente 8°, davanti alle Honda ufficiali, con Ma che attende ai box. Quando il cinese scende in pista centra il 2° crono assoluto, ma arriva anche lui lungo alla curva 1, mentre D'Aste taglia la chicane sul rettilineo opposto e deve abortire. A 2' dal termine accade l'imprevisto: Coronel rallenta e si ferma nella via di fuga. Bandiere gialle che sembrano porre fine ai giochi, ma l'olandese (che sarebbe quinto) riparte imprecando; nell'onboard camera viene inquadrato mentre indica la leva del cambio. Ai box, parlando con Roberto Ravaglia, Coronel dice di sospettare problemi alla trasmissione posteriore. Nel caos tutti provano un ultimo tentativo, ma fra errori e traffico la classifica ne esce parecchio stravolta: López migliora (1.43.939) e accede alla Q3 assieme a Valente, Ma, Bennani e Chilton. Vengono eliminati clamorosamente Loeb e Muller, ma quest'ultimo rientra ai box soddisfatto perché con il 10° posto si guadagna la partenza davanti a tutti nella griglia invertita di Gara 2. Beffati Tarquini e D'Aste.

Q3
Chilton non scende in pista per problemi al cambio; il britannico dovrà anche scontare 10 posizioni di penalità in griglia per la sostituzione del motore e preferisce non rischiare ulteriori danni alla vettura. Tocca quindi a Bennani che fa 1.44.109, che anche se non è il suo miglior tempo della giornata gli garantisce la prima fila, dato che Ma Qing Hua fa 1.44.582 e Valente finisce dritto alla prima curva. Per il marocchino della Sébastien Loeb Racing è già un sogno, ma deve accontentarsi perché López centra il record nei settori 2 e 3 e va a prendersi meritatamente la seconda Pole Position stagionale con il tempo di 1.43.854.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Marrakech
Circuito Circuit International Automobile Moulay El Hassan
Piloti Yvan Muller , Mehdi Bennani , Ma Qing Hua
Articolo di tipo Ultime notizie