Muller al top in Q1, Q2 posticipata a domani

Muller al top in Q1, Q2 posticipata a domani

Il primo segmento è stato interrotto dall'esposizione di ben quattro bandiere rosse

Macao è sempre Macao: la Q1 dell'ultimo round del WTCC è stata infatti costellata dagli incidenti, costringendo la direzione gara ad esporre la bandiera rossa per ben quattro volte. E, visti i ritardi accumulati nel corso della giornata, gli organizzatori sono stati anche obbligati a posticipare la Q2, che mette in palio la pole position, a domani mattina. Al termine dei 30 minuti cronometrati, in cui comunque i piloti hanno avuto a disposizione praticamente un solo tentativo lanciato vero e proprio, viste le continue interruzioni, il più veloce è stato il fresco campione del mondo Yvan Muller, che ha preceduto la Chevrolet Cruze gemella di Robert Huff. La maggior parte dei top drive è comunque riuscita a passare la ghigliottina della prima eliminatoria, visto che nella top ten trovano posto anche le Seat di Tiago Monteiro e Gabriele Tarquini, le BMW di Andy Priaulx ed Augusto Farfus, ma anche la Chevrolet di Alain Menù. La vera sorpresa è stato invece Darryl O'Young: il pilota di Hong Kong è stato il mattatore assoluto tra gli Indipendenti, riuscendo a portare in sesta piazza assoluta la sua Chevrolet Lacetti gestita dalla Bamboo Engineering. Come detto, sono state quattro le bandiere rosse: ben due sono state causate dall'olandese Tom Coronel, mentre gli artefici delle due rimanenti sono stati Masaki Kano, Andy Priaulx e Kristian Poulsen.

WTCC - Macao - Q1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Yvan Muller
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag auto del cinema, cinéma, personaggi famosi, piloti