Macao: Menu vince gara 2, ma Huff è campione!

Macao: Menu vince gara 2, ma Huff è campione!

Anche la seconda manche è ricca di colpi di scena, questa volte però Bob non sbaglia nulla

Se gara 1 aveva riservato grandi emozioni, non si può dire che la seconda corsa del WTCC a Macao sia stata da meno. La grande differenza rispetto alla prima frazione è che questa ha rispettato quelli che potevano essere i pronostici della vigilia, incoronando campione Robert Huff. Scattato dalla nona posizione (doveva partire decimo, ma in griglia non si è visto Mehdi Bennani), il pilota britannico è riuscito a risalire fino alla seconda piazza, approfittando anche di un paio di spettacolari carambole avvenute davanti a lui, provocando anche un doppio ingresso della safety car, e si è assicurato il primo titolo iridato della sua carriera. A nulla è valsa infatti la bella vittoria di Alain Menu, autore di una grande rimonta dall'ottavo posto in griglia fino al comando nello spazio di appena un paio di giri. Una scalata che per qualche tornata gli aveva anche dato l'illusione di essere virtualmente campione del mondo. Lo scenario però è cambiato quando Alex MacDowall ed Yvan Muller si sono toccati alla velocissima Mandarin Bend battagliando per la quarta posizione, con la Chevrolet della Bamboo Engineering che è andata a sbattere violentemente contro le protezioni, costringendo la direzione corsa a neutralizzare la corsa. Fortunatamente, visto che parliamo dello stesso punto in cui venerdì è morto Phillip Yau Wing-Choi in una gara di contorno, il britannico se l'è cavata senza conseguenze, ma nel frangente dell'incidente Huff ne ha anche approfittato per scavalcare Muller (finito anche sotto investigazione per l'accaduto) e portarsi lui in quarta posizione. Per il neo campione però c'è stato ancora un brivido in occasione del restart della corsa (che nel frattempo era stata allungata da 9 a 11 giri), avvenuto a tre giri dal termine: davanti a lui Norbert Michelisz e Pepe Oriola, che duellavano per il titolo Indipendenti, si sono toccati finendo contro le barriere alla Lisboa e per poco non rimaneva coinvolto nello schianto anche il pilota ufficiale della Chevrolet. Per passare dal sudore freddo alla festa però è bastato davvero un attimo, perchè questo incidente ha provocato un altro ingresso della safety car, congelando le posizioni fino alla bandiera a scacchi, sotto alla quale Menu ha vinto davanti ad Huff, Muller ed un ottimo Tiago Monteiro, ancora quarto con la nuova Honda Civic dopo il terzo posto ottenuto in gara 1. Una classifica finale che ha permesso ad "Huffy" di conquistare il titolo con 12 lunghezze di vantaggio sullo svizzero e 20 sul francese, che sicuramente si dovrà mangiare le mani per gli errori commessi nelle trasferte di Sonoma e Shanghai. Per quanto riguarda il titolo Indipendenti, nonostante il doppio ritiro di oggi, a festeggiare alla fine è stato Michelisz. Il weekend di Macao, infatti, ha riservato lo stesso destino anche ai suoi avversari Oriola e Stefano d'Aste. E con nessuno in grado di marcare punti, la leadership con cui si era presentato sul cittadino asiatico gli è bastata per chiudere i conti. Peccato, infine, per Gabriele Tarquini: dopo il buon quarto posto di gara 1, il pilota italiano ha chiuso la sua avventura di sette anni in maniera amara, ovvero con un ritiro.

WTCC - Macao - Gara 1

WTCC - Classifica campionato

WTCC - Classifica Indipendenti

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Rob Huff , Alain Menu
Articolo di tipo Ultime notizie