López: "Ottimi i quattro podi di fila"

L'argentino allunga in classifica su Loeb, Muller e Ma, ma a Marrakech abbiamo visto tutti i piloti Citroën in palla.

López:

Ecco le parole dei piloti ufficiali Citroën, ancora una volta protagonisti del WTCC con il secondo round disputatosi sul circuito cittadino di Marrakech.

José María López

In Gara 1 hai vinto per la seconda volta in questa stagione, ma hai dovuto fare i conti con una gran pressione…
“Prima di tutto ringrazio il team Citroën che ancora una volta ha fatto un lavoro fantastico, soprattutto quelli che lo fanno dietro le quinte. Il via è stato difficile perché Ma è partito bene e ho dovuto difendermi alla prima curva. Dopo ho dovuto tenermelo dietro, cosa non facile su un circuito come questo, viste le grandi frenate che ci sono. Ho provato a spingere per mettere un po’ di margine fra noi, ci sono riuscito. E’ stata un’ottima gara e faccio i complimenti a Ma, Seb e Yvan, i miei compagni di squadra, anche loro hanno corso benissimo.

In Gara 2 sei arrivato terzo, un buon risultato in ottica campionato; sei contento?
“Sì, ma è stato difficile, puntavo soprattutto a mantenere il 5° posto dopo il via. Non volevo perdere troppi punti nei confronti di Yvan e Seb. Chilton e Valente sabato erano molto veloci, per cui ero un po’ preoccupato. Sapevo che Seb partiva 3° e Yvan 1°. Anche Ma era davanti a me, avevo le altre Citroën da superare, ma la nostra auto è veloce. Sono partito bene, alla curva 1 ho avuto fortuna ad evitare l’incidente. Con calma ho provato a superare Valente e Chilton e ci sono riuscito dopo una bella battaglia. Il 3° posto è molto più di ciò che mi aspettassi e ne sono contentissimo, soprattutto perché ottenuto su un circuito come questo; i cittadini danno sempre dei grattacapi. Quattro podi nelle prime quattro gare sono un risultato fantastico, ringrazio ancora la Citroën.”

Yvan Muller

Scattavi dalla pole position e hai vinto dopo una grandissma battaglia con Sébastien Loeb. Ce la puoi raccontare?
“E’ stata molto serrata, ho visto che Séb era sempre vicinissimo, spingevamo tutti e due al limite. In questa pista è durissima, con le grandi frenate si rischiano errori ad ogni curva. Al via ne ho fatto uno e mi sono detto che non ne avrei dovuti commettere altri per non dare chance a Seb. Però è sempre più facile a dirsi che a farsi, specialmente quando devi andare sempre al limite. Alla fine ce l’ho fatta e ho vinto.”

In Gara 1 sei riuscito a rimontare dal 10° posto fino al 5°: eccitante, no?
“Sì, sono partito bene, ma alla prima curva sono stato prudente e ho perso qualche posizione. Dopo ho pensato a spingere, ma con un occhio a gara 2, quindi mi sono tenuto lontano da contatti e quant’altro. Partire 10° e finire 5° senza alcun danno alla vettura non è affatto semplice su un circuito come questo, quindi sono felice.”

Hai riscattato il brutto weekend in Argentina…
“Sì, era importante prendere punti e vincere dopo quello che era successo. Ora guardiamo avanti.”

Ma Qing Hua

Il tuo primo podio dell’anno lo hai ottenuto a Marrakech, dove non avevi mai corso. Ci racconti come hai vissuto questo risultato eccellente?
“Sono molto contento di come è andata Gara 1 perché al via siamo riusciti a fare bene e ho guadagnato delle posizioni. Ho provato a lottare con Pechito nel primo giro, ma è stata dura restargli attaccato, soprattutto quando hai lo stesso passo. Dopo ho avvertito qualche problema ai freni e ho pensato a gestire la situazione per non buttare via tutto. Il mio primo podio è bellissimo e ne sono felice.”

In Gara 2 hai subito qualche contatto e poi sei finito a muro, cosa è successo?
“Avevo un bel gruppetto di avversari da superare, ma dopo un buon inizio, dove l’auto si comportava bene, ho avuto ancora problemi ai freni. Ho perso il controllo e ho sbattuto, fortunatamente non ho danneggiato troppo l’auto e sono riuscito a ripartire, ma ormai ero lontano.”

Sébastien Loeb

Due podi in Marocco: un ottimo risultato in chiave campionato…
“Sono state due gare positive. Sabato ho lottato un po’ con il passo gara e non pensavo di essere competitivo, ma siamo riusciti a risolvere i problemi e l’auto ha funzionato bene. Ho combattuto parecchio in entrambe le gare. Nella prima sono partito bene arrivando terzo, con Mehdi alle spalle che mi pressava e mi ha costretto a difendermi. E’ stata una bella lotta dove entrambi spingevamo al limite. Non è stato facile, ma il 3° posto è molto di più di quel che mi potessi aspettare. In Gara 2 ho finito dietro ad Yvan, ho provato a mettergli pressione, ma era molto difficile riuscire a superare un pilota che ha la tua stessa auto e che ha vinto quattro Mondiali. Comunque ho preso dei buoni punti per il campionato e sono felice.”

Sabato avevi detto che c’erano stati problemi con l’auto e ne avevate parlato con la squadra; come li avete risolti?
“Abbiamo dovuto trovare un compromesso sul set-up e sui freni per essere veloci, lavorandoci oggi l’auto andava bene.”

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Marrakech
Circuito Circuit International Automobile Moulay El Hassan
Piloti Sébastien Loeb , Yvan Muller , Ma Qing Hua
Articolo di tipo Ultime notizie