López: "Ero molto più nervoso del solito"

L'argentino riesce ad allungare ancora su Muller, ma inizia a sentire la pressione avvicinandosi al traguardo.

López:

Anche a Shanghai è arrivata una vittoria per José María López. In Gara 1 il pilota della Citroën ha rispedito al mittente gli assalti dell'idolo locale e compagno di squadra Ma Qing Hua, mentre in Gara 2, partendo da metà dello schieramento, è risalito fino al terzo posto, accontentandosi di punti preziosi in ottica campionato, visto il ritiro di Yvan Muller.

Il Campione in carica, suo rivale principale, è sprofondato a -93, dunque "Pechito" potrebbe laurearsi Campione già fra due settimane a Suzuka. La cosa strabiliante però, oltre alle ormai indiscutibili qualità del giovane sudamericano, è anche la sua bravura nel saper gestire una fortissima pressione.

Questo fattore lo ha messo in difficoltà in Cina, come lui stesso ha confessato: "E' stato un week-end molto importante per me, debbo ammettere che ero più nervoso del solito. Era fondamentale riuscire a vincere il Titolo Costruttori con la Citroën e ce l'abbiamo fatta. Sappiamo quanto sia stato importante il lavoro di squadra e delle persone in fabbrica, ringrazio tutti facendogli le congratulazioni. Per me, invece, è stato un fine settimana positivo. Ho vinto Gara 1, dove mi sono sentito a mio agio in tutto e riuscendo a spingere come volevo. Non è stato facile perchè avevo Ma alle spalle che mi pressava; sappiamo tutti che è un pilota bravissimo, chiaramente voleva fare bene davanti ai suoi tifosi. In Gara 2 l'obiettivo era prendere punti in ottica campionato, soprtattutto dopo che Yvan si è ritirato per lo sfortunato incidente."

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Shanghai
Circuito Shanghai International Circuit
Articolo di tipo Ultime notizie